Imola. Daniele Marchetti, candidato della Lega Nord alle elezioni regionali del 23 novembre, è il segretario imolese del partito di Matteo Salvini.

1)Quali opere sono necessarie e quali no per la Regione? “Ci sono infrastrutture come il “passante nord”, al quale siamo totalmente contrari. Non è certamente con quell'inutile colata di cemento che si risolve il problema dello snodo autostradale di Bologna. Furono presentate da alcuni comitati proposte molto più interessanti ma mai prese in considerazione. Diverso invece è il discorso per la Cispadana, assolutamente da realizzare e per la E45”.

2) Chi sono i colpevoli della crisi pesante di tre cooperative importanti come Cesi, 3Elle e Coop Ceramica? “Il crollo del sistema cooperativo è stato causato senza alcun dubbio dalla politica che ha influito parecchio in questo mondo. Sul nostro territorio specialmente, non è un mistero che esisteva ed esiste tutt'ora un filo diretto che collega le cooperative con il Pd. Purtroppo però a pagare sono sempre i lavoratori ignari di tutto ciò. Ma in quanti realmente possono dire di essere stati all'oscuro di tutto fino ad oggi? Secondo me in pochi”.

3)  Uscire dall’euro farebbe ripartire settori fondamentali quali l’edilizia e l’indotto? “Uscire dall'euro non farebbe ripartire soltanto l'edilizia e tutto l'indotto, ma l'intero paese. Uscire dalla moneta unica non è una scelta, questo sistema è inevitabilmente destinato a finire e prima la finiamo e meglio sarà per la nostra economia. L'euro è una moneta fatta su misura per la Germania e se andiamo avanti di questo passo, noi diventeremo soltanto un paese da manodopera a basso costo”.

4)  Cosa significa per lei sentirsi padano? “Sentirsi padano vuol dire essere fieri delle propria terra, appartenente ad un'area geografica ed economica ben precisa, ed essere disponibili a tutto pur di difenderla. Chi si riconosce in questi semplici principi, può definirsi padano, al di là del luogo di nascita”.

5)  Imola è ancora una città sicura? “A Imola la situazione sta peggiorando di giorno in giorno. Noi è da anni che denunciamo diverse situazioni pericolose, ma l'Amministrazione Comunale ha sempre definito le nostre segnalazioni come percezioni di pericolo. Bene, oggi le cosiddette percezioni sono diventate realtà ed ora bisogna correre ai ripari in fretta, ma purtroppo il sindaco e la sua giunta sembrano ancora dormienti sul tema”.

6)  E’ favorevole alla nascita di ronde autorganizzate dai cittadini come sta accadendo in Pedagna? “La partecipazione dei cittadini nella sorveglianza del territorio è sempre un bella dimostrazione di senso del dovere di una comunità. E' certamente preoccupante però, la situazione critica in cui si trovano oggi le nostre forze dell'ordine sempre più abbandonate dallo Stato. Va bene l'aiuto dei cittadini alle forze dell'ordine, ma quando il rapporto si inverte vuol dire che qualcosa non funziona”.

7)  L’autodromo potrà tornare a ospitare F1 e Moto Gp come spera il sindaco Daniele Manca? “Chi promette un eventuale ritorno della Formula Uno sul nostro circuito vende solo fumo. La Moto GP è molto più abbordabile, almeno dal punto di vista economico, ma purtroppo al nostro autodromo manca un vero e proprio sistema alle sue spalle, come quello che possiamo trovare invece in Lombardia con Monza. Lì tutte le istituzioni sono in prima fila nel difendere i grandi eventi, da noi invece gli enti locali lo mantengono soltanto in vita, ma questa situazione non potrà durare a lungo”.

8)  Come può essere considerato un problema grave l’arrivo di 30 stranieri del Bangladesh a La Pascola? “L'arrivo dei 30 profughi a “La Pascola”, oggi diventati 40, non sono soltanto un problema per gli imolesi, ma sono un problema per tutti i cittadini di questo paese. Non abbiamo risorse per i nostri disoccupati e per le nostre attività, ma per queste persone sì? Allora lasciatemi dire che c'è qualcosa che non va. Un buon padre di famiglia a mio avviso, prima sfama i suoi figli e poi gli altri”.

9)  Accetta un confronto con coloro che vi hanno duramente contestato quando il vostro segretario nazionale Matteo Salvini è venuto in tour a La Pascola? “Le proteste di Rifondazione Comunista al nostro presidio di protesta, al quale ha partecipato anche il nostro segretario nazionale Matteo Salvini, hanno soltanto dimostrato che vivono ancora in un'altra epoca. Parlavano di fascismo e di partigiani, con queste persone non può esserci un confronto sui contenuti”.

10) Considera troppo alto, giusto o troppo basso lo stipendio da consigliere regionale? “Premetto che non ho ancora capito a quanto corrisponde uno stipendio da consigliere regionale. Avendo sempre fatto l'operaio però, ho ben presente quale sia il limite tra troppo e poco. Io posso dire soltanto che, così come ho già dimostrato nella mia passata esperienza da consigliere provinciale, in caso di elezione cercherò di pesare il meno possibile sulle tasche dei cittadini”.