Imola. Cambio di nome a seguito del congresso di Confartigianato Assimprese di Imola e del territorio bolognese, che ora si chiama Confartigianato Assimprese Bologna Metropolitana. Lo ha annunciato il segretario Amilcare Renzi dal palco del teatro comunale, sabato 15 febbraio 2014, poco prima di dare spazio al dibattito a cui hanno partecipato lo psichiatra Paolo Crepet, il patron di Eataly Oscar Farinetti e il segretario di Confartigianato nazionale, Cesare Fumagalli. Al dialogo ha preso parte anche il ministro Giuliano Poletti, duramente contestato all'esterno del teatro dagli edili delle cooperative imolesi in crisi. Il ministro imolese, già presidente di Legacoop nazionale, prima di accomodarsi ha incontrato una delegazione di lavoratori organizzati dalla Cgil. Durante il talk-show, durato quasi tre ore, si è parlato di come rilanciare l'Italia, di riforme e della necessità di cambio di mentalità che dia spazio al merito e al talento. Si è parlato anche di Fico (acronimo di Fabbrica italiana contadina), il progetto promosso da Eataly di un grande parco tematico dedicato allagroalimentare italiano, che sorgerà a Bologna in collaborazione con l'Università. Nelle intenzioni Fico porterà milioni di visitatori e, per coglierne le opportunità per i settori del turismo e dei servizi, la Confartigianato Assimprese ha investito nel progetto ispirato da Farinetti un ingente capitale, insieme alle altre associazioni imprenditoriali bolognesi.