Imola. “Frost / Nixon”. Bugie e potere. Responsabilità e potere. La sfida fra il giornalista David Frost e l'allora Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon riportata a teatro in una scena che riproduce uno studio televisivo. Come si potrà intuire si parla del famoso caso Watergate, un caso che sconvolse il mondo e che costituì nel 1977, il primo caso storico di giornalismo spettacolo. Quattro interviste profumatamente pagate al Presidente che terminarono nel clamoroso scoop della confessione. Un progetto rifiutato dalle altre emittenti televisive, un match tra politica e media riportato in un testo che si inserisce nel grande teatro contemporaneo. Scritto nel 2006 è il primo testo teatrale  dello sceneggiatore Peter Morgan. David Frost è Ferdinando Bruni, condirettore artistico del Teatro dell'Elfo, attore, regista, pittore; Elio De Capitani è Richard Nixon. Unitosi al Teatro dell'Elfo pochi mesi dopo la sua fondazione, dalla sua prima regia del 1982 , “Nemico di classe”, De Capitani ha firmato più di 40 spettacoli da solo o con Bruni concentrandosi sulla drammaturgia americana, da Tennessee Williams ad Arthur Miller. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro dell'Elfo e dal Teatro Stabile dell'Umbria ha debuttato il 18 ottobre del 2013 a Milano. Una regìa a quattro mani di Bruni e De Capitani, affincati, in scena, da Luca Toracca e Claudia Coli.

Al Teatro “E. Stignani “ di Imola dal 25 al 30 novembre. Orario di inizio spettacoli ore 21 per le repliche serali, ore 15.30 per le repliche pomeridiane.