Imola. E’ il primo consigliere regionale imolese eletto fuori dal centrosinistra. Si tratta di Daniele Marchetti, 28 anni, della Lega Nord con 1621 preferenze nella provincia di Bologna (oltre 500 a Imola) che chiarisce subito: “Farò, con i miei otto colleghi di partito, opposizione al sistema di potere del centrosinistra. Per me, operaio in cassa integrazione straordinaria, è un grande onore e una grande responsabilità entrare in consiglio regionale dove potremo cercare di incidere sulle leggi e rappresentare tutto il territorio provinciale”.

Quali? “Aiutare prima coloro, italiani e stranieri, che sono in difficoltà e che hanno versato più tasse nel nostro paese. Anche nell’assegnazione delle case popolari e nei contributi economici vorrei mettere al primo posto chi ha almeno cinque anni di residenza sul territorio e istituire un fondo regionale per la sopravvivenza di tante attività produttive che hanno problemi. Infine, lanceremo come Lega Nord la richiesta di maggior autonomia dallo Stato centrale, ovvero che rimangano in Emilia-Romagna una parte consistente dei circa 15 miliardi di tasse che versiamo all’anno”.

Sempre nelle file dell’opposizione, bocciato invece Nauel Paolucci del Movimento 5 stelle giunto secondo in provincia di Bologna con oltre 800 preferenze dietro Silvia Piccinini.

(m.m.)