Il 30 novembre bombe a Castel Bolognese: una di 70 anni fa da disinnescare e le altre alla crema, freschissime da mangiare. La mattina di domenica 30 novembre la bomba d’aereo inesplosa (500 libbre, mica capperi) trovata a Castel Bolognese, in via Farosi, sarà evacuata, poi trasportata alla cava del Senio, e fatta esplodere. Poche ore dopo – alle 16 sempre a Castel Bolognese – bombe alla crema verranno offerte al circolo Arci “Le cantine di Platone” che riparte, con una nuova gestione, dopo una lunga pausa.

 

Daniela, Daniele, Jan, Marisa, Pierluigi e Tiziana vi invitano dunque alle “Cantine di Platone” in località Biancanigo in strada Rossi 307 a Castel Bolognese. Per chi non lo conosce… il circolo è immerso in un’oasi di verde, accanto al Parco fluviale del Senio, a circa 2 chilometri dal centro di Castel Bolognese e dista pochi minuti (in bicicletta o in auto) da Faenza e Imola.

 

Domenica 30 la nuova gestione si presenta – dalle 16 in poi – con le bombe alla crema e spiega il suo programma. “Puntiamo su prezzi popolari e qualità per bar e cene, su proposte culturali e musicali, sulla volontà di aggregare nel territorio, sulla massima apertura alle idee e alle proposte dei soci e delle socie. Per partecipare a tutte le iniziative bisogna avere la tessera del circolo Arci.

 

Per informazioni: http://www.lecantinediplatone.it/ – tel. 345.4030947, lecantinediplatone@gmail.com