Bagnacavallo (Ra).L’accensione delle luci sul Natale di Bagnacavallo è prevista per  il 6 dicembre prossimo, data in cui partiranno ufficialmente gli eventi del cartellone “Bagnacavallo d’inverno”.

Due le novità concentrate proprio il 6:  l’allestimento di venti alberelli di Natale nella piazza principale,  noleggiati dall’amministrazione e affidati per gli addobbi ad altrettante Associazioni, quelle che, sulle 86 censite, hanno aderito al progetto “dona un alberello” e la presentazione dell’iniziativa “Doni di cultura”che offre quale nuova idea regalo la shopper dedicata al Museo delle Cappuccine disponibile con libri e cataloghi d’arte in cinque combinazioni diverse a partire da 10 euro.

Il bookshop temporaneo sarà allestito sabato 6 in piazza della Libertà a partire dalle 15. Due ore e mezza dopo si accenderanno ufficialmente le luminarie del centro e gli alberi di Natale mentre  la Pro Loco offrirà gratuitamente bevande e panettone e l’associazione Jam Salam gestirà un punto di ristoro con proposte etniche.

Dal 7 dicembre le borsine con i Doni di Cultura potranno essere acquistate al Museo delle Cappuccine. Nelle domeniche del 14 e 21 dicembre, in contemporanea al mercatino dello shopping natalizio, i gazebo della piazza saranno resi disponibili per le  associazioni fra cui la neo costituita rete di imprese “Bagnacavallo fa centro” alla quale hanno già aderito oltre 40 operatori.

Il programma natalizio prosegue fino al 6 gennaio con concerti, mostre e altri appuntamenti. Gli eventi espositivi si concentrano su due allestimenti “Passaggi temporali”, mostra fotografica ed audiovisiva dedicata alla città nel passaggio dalla guerra ai giorni nostri, aperta dal 13 dicembre nell’Antica Galleria di via Trento Trieste e “Transamericalatina. Paesaggio/volti dell’anima”, immagini di Marco Luongo esposte a Palazzo Vecchio sempre  dal 13. Completano le proposte “Regal_arti di Natale”, mostra vendita di opere d’arte per beneficenza allo spazio Acrylico il 7,13,14 e 21 dicembre, “100 ani di calcio a Bagnacavallo” in Sala colonne dal 15 al 21, “Immagini d’inverno”, mostra di pittura, scultura e ceramica a cura di Arte e Dintorni nell’atrio del palazzo comunale dal 20 dicembre al 6 gennaio e “Canadians in Ravenna”, immagini e documenti dedicati al passaggio delle truppe canadesi, allestiti presso la Chiesa del Suffragio.  Diversi i concerti, dai “Suoni di Festa”  eseguito al Goldoni il 19 dicembre alle 20,45 con la partecipazione delle varie realtà musicali della città al costo di 10 euro (8 euro i ridotti), per finanziare la ristrutturazione del Sacrario dei Caduti, raccolta che fino ad ora ha permesso di raggiungere la cifra di 44.000 euro circa sui 100.000 necessari, al “21.12.1944/21.12.2014 – 70 anni di Libertà” organizzato dall’Anpi a offerta libera pro associazione il 21 dicembre alle 21, sempre a teatro.  Il concerto di Natale sarà eseguito il 22 dicembre  nella Sala di Palazzo Vecchio, da Accademia Bizantina,interprete dei capolavori del classicismo per pianoforte e archi, iniziativa offerta dai Lions di Bagnacavallo. Infine i Presepi, nella Collegiata di San Michele, nella chiesa di San Francesco o ovviamente a Villa Prati, famosa ormai per il suo Presepe meccanizzato allestito su 70 mq di superficie. Il museo delle Erbe Palustri propone per il 31 dicembre la festa “de scartoz”, dove ognuno è invitato a portare cibi e bevande, mentre il 6 gennaio, a chiusura delle iniziative, insieme alla Befana arriverà anche il gatto mammone, dono consegnato a tutti i bambini. Da non dimenticare la 7° ultramaratona della pace sul Lamone l’11 gennaio, il concorso fotografico online esteso al territorio della Bassa Romagna (turismo@unione.labassaromagna.it) e dal 30 novembre – in via Vittorio Veneto al museo delle Cappuccine alle 11 – del capitolo bagnacavallese di “Selvatico tre”, evento espositivo esteso ai territori di Fusignano e Cotignola.

 

(Monia Savioli)