Massa Lombarda (Ra). “Basta poco” l’iniziativa dei Giovani Democratici di Fruges-Massa Lombarda che si è tenuta ieri sera presso il Centro di Quartiere di Fruges ha avuto un grande successo. L’iniziativa era volta a sensibilizzare e informare i presenti sui rischi che ancora oggigiorno, nonostante la ricerca abbia fatto passi da gigante, persistono se si contrae il virus dell’HIV.

 

L’HIV colpisce in Italia ogni anno 4.000 nuove persone e 136.000 in Europa.  I giovani hanno deciso di approfittare del primo dicembre, giornata mondiale della lotta all’AIDS, per riportare il tema, per quanto possibile, al centro del dibattito pubblico di Massa Lombarda in un contesto di tagli sempre più consistente, principalmente per quanto riguarda la sanità e la cultura che quindi impediscono un’approfondita campagna di informazione e prevenzione. In questo modo i Giovani Democratici non solo hanno offerto un servizio alla comunità ma hanno anche fatto politica, hanno dimostrato infatti che non sono solo il futuro del nostro paese ma anche il presente.

Tutti i presenti, oltre settanta persone, sono rimaste molto colpite ed entusiaste dagli interventi dei tre ospiti: Stefano Sangiorgi, presidente AVIS Massa Lombarda, Anna Pasquali medico del consultorio giovani di Lugo e Francesco Levada medico dell’AVIS della provincia di Ravenna.

I giovani democratici hanno chiuso la serata con questo appello: “Riteniamo doveroso ricordare che non basta una giornata all’anno per combattere questa malattia, ma la promozione alla prevenzione deve partire da tutti noi affrontandola senza tabù a scuola come in famiglia” .

 

(g.m.)