Imola. Il 10 dicembre si ricorda l’anniversario della Dichiarazione universale dei Diritti umani. Per l’occasione le associazioni che si riconoscono nel progetto “Oltre la siepe – la salute mentale è un diritto di tutti”, daranno vita mercoledì 10 ad una serie di iniziative nella palestra Ravaglia (via Kolbe 3) a Imola.

“Mai più fuori dai giochi” vuole essere una manifestazione sportiva per la pace ed il dialogo tra popoli e persone. Il programma prevede, alle 18.30, una esibizione di Sitting vVolley, in collaborazione con Clai/ Csi. Un’ occasione per entrare in contatto con il Sitting volley, una disciplina sportiva che per sua natura rimanda ad un allargamento delle maglie della partecipazione e riserva una particolare attenzione alle caratteristiche individuali degli atleti che scendono in campo valorizzandone le differenze.

Alle 19.30 saluti dell’Amministrazione comunale di Imola e interventi di Maria De Rosa, campionessa italiana di canottaggio, Valerio Zanotti dell’associazione Cambiavento e Olowale Oladejo attivista dei diritti dei migranti.

Alle 20.15, torneo di calcetto 2014 per la pace ed il dialogo tra i popoli a cui parteciperanno  squadre  costituite da persone migranti e da atleti che fanno parte della rete regionale delle polisportive per l'inclusione sociale.

Sarà presente il gruppo di percussioni Tambù che accompagnerà con i suoi ritmi la manifestazione sportiva.

 

L’associazione Cambiavento, che ha aderito alla manifestazione, gestirà un punto informativo per chi desidera approfondire il tema della produzione, del consumo etico e dei gruppi di acquisto solidali (Gas). Per l’occasione tutti coloro che acquisteranno, tramite il sito internet www.cambiavento.it, una cassetta con i prodotti biologici del territorio potranno venire a ritirarla, dalle ore 17.30, nell’area dell’iniziativa non pagando il costo di consegna.