Partiamo da Imola con una novità: il presepe di Cremonini cambia casa. Da decenni gli imolesi erano abituati al grande e spettacolare presepe nel giardino di casa sua, poi le dimensioni raggiunte e la voglia di condividerlo ancora di più con la città lo hanno portato a cercare una nuova location. Seacoop non si è lasciata sfuggire l’occasione di offrire agli ospiti della Casa di Riposo di via Venturini l’opportunità di avere in una delle ali della struttura un presepe fantastico. Fino al 31 gennaio 2015 i cittadini potranno visitare il presepe tutti pomeriggi dalle 14 alle 17. Per le scuole il presepe sarà invece aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 12 su prenotazione telefonando al numero 0542.655941 (chiedere di Morena Vasile).

 

Brisighella: presepe animato

Nella chiesa di S. Croce (via Spada) è visitabile il presepe animato dell'artista Grilli Gualtiero con l'aiuto per il montaggio di Melara Antonino. Il presepe quest'anno è rinnovato nei movimenti delle 70 statue in terracotta alte 30 cm completamente fatte a mano e vestite con abiti trasandati quasi dell'epoca. Apertura dal 20 al 30 dicembre e dal 1 all'11 gennaio con orario: mattina dalle 10 alle 12.30, pomeriggio dalle 15 alle 18. Natale dalle 15 alle 18.

 

Cesenatico: presepe sulle barche

E’ visitabile fino all'11 gennaio il presepe allestito direttamente sulle antiche barche del Museo della Marineria. Nella romantica cornice del porto canale leonardesco le antiche imbarcazioni ospitano la Sacra Famiglia, i Re Magi e tutti gli altri personaggi del presepe, e qui, accolto da tre delfini scolpiti, la notte di Natale, nascerà il Bambino. A fare da sfondo c'è la città con lo scorcio suggestivo delle antiche Conserve e delle case colorate che si specchiano nell'acqua del porto canale.

 

Longiano dei Presepi

La manifestazione si svolge con l’esposizione dei presepi lungo un tragitto esterno. Partendo dal grande e tradizionale presepe meccanico del Convento del SS. Crocefisso, si snoderà un percorso di quaranta punti-presepe in tutti i musei e negli angoli più suggestivi di Longiano, per un totale di più di ottanta Natività, fra cui alcuni meccanici, una mostra collettiva alla sala San Girolamo, un presepe d’autore, dal titolo Il Presepe Luce, dell’artista contemporaneo Peppino Mitarotonda alla chiesa della Madonna di Loreto, presso il Castello Malatestiano. Il percorso dei presepi arriva anche quest’anno a toccare la chiesa di Santa Marina a Massa di Longiano, che ospiterà un altro originale presepe d’artista: Il Presepe delle Creature dello scultore Giovanni Tamburelli. Un altro importante presepe d’autore è la Natività del M° Ilario Fioravanti, esposto nella vetrina di una casa privata in vicolo Tosoni, nel Centro Storico. Apertura fino al 12 gennaio dalle 15 alle 18 nelle giornate di sabato e domenica e festivi; dal 24 dicembre al 6 gennaio saranno aperti anche nei giorni feriali dalle 15 alle 18.

 

Cervia: presepi dall’artistico al sale

Da non perdere il presepe dei salinari a Cervia e il presepe artistico nel centro di Milano Marittima. Il presepe dei salinari affonda le sue radici nelle origini storiche della località. Le sculture sono state create da Agostino Finchi, un salinaro che ha realizzato con il sale 15 personaggi che mettono in scena la natività nel senso più classico del termine. Le statuine, alte dai 10 ai 40 cm, sono state realizzate attraverso una tecnica particolare, la cristallizzazione guidata del sale. Il presepe artistico di Milano Marittima nasce da un progetto artistico elaborato nel 2011. La natività è rappresentata con un’opera d’arte sensoriale, per la quale sono state adoperate moderne tecniche di animazione. Si è voluto dar vita a un viaggio che suscita emozione nei luoghi del passato, mentre statue a grandezza naturale e stendardi, posizionati tra le strade nelle rotonde del centro di Milano Marittima, completano l’opera.

 

Pieve Cesato: presepe con materiali semplici

E’ nel solco della tradizione artistica faentina il presepe della parrocchia di Pieve Cesato. Il tema scelto per l’edizione 2014 è il Dialogo. Fino all’1 febbraio sarà quindi possibile ammirare la rappresentazione di Betlemme, nell’area coperta attigua alla parrocchia di via Accarisi 57, realizzata con un materiale ancora una volta “semplice” ma in grado di offrire mille opportunità di modellazione e resa visiva. Trenta figure umane e animali di colore bianco, animate da panneggi e chiaroscuri, animano quindi i 120 mq di scenario realizzato da oltre trenta volontari della parrocchia, tra prato verde, cielo colorato e sfumature di luci.

 

Rassegna castellana di presepi

Non c’è che l’imbarazzo della scelta per chi desidera vedere dei presepi nel territorio di Castel San Pietro Terme. Innanzitutto all’ingresso della città, nel fienile del podere Fontanelle in via Cova, anche quest'anno è stato allestito il presepe in terracotta con statue a grandezza naturale donato dall'artista Gianni Buonfiglioli. In piazza XX Settembre, nell’area verde fra il campanile del Santuario del SS. Crocifisso e il Palazzo dell’ex Pretura è già esposto e si potrà ammirare fino al 7 gennaio un presepe artistico realizzato dall’artista castellano Gianni Buonfiglioli. Nella chiesa di Santa Maria Maggiore sarà esposto il presepe realizzato nel 1943 dal grande artista castellano Cleto Tomba. Da non perdere il suggestivo presepe artistico computerizzato della chiesa dei Frati Cappuccini (con ingresso all'inizio di via Viara). All'interno del Santuario del SS. Crocifisso si potrà visitare un presepe realizzato con statue di gesso. Sullo sfondo del presepe appare infatti la città di Castel San Pietro Terme. All’interno della chiesa dell'Annunziata in via Mazzini  si potrà visitare fino all'11 gennaio il suggestivo presepe meccanizzato realizzato da suor Angela e da alcuni volontari. Nella chiesa di Santa Clelia ci sarà un piccolo presepe semplice, ma ricco di significato. Altri presepi si potranno ammirare a Varignana nella chiesa di S. Maria e San Lorenzo. Un presepe artistico animerà il Natale nella chiesa di San Giorgio di Varignana a Osteria Grande. La parrocchia di Poggio organizza la 23ª rappresentazione del presepe. Un bel presepe tradizionale allestito dai volontari della frazione si potrà visitare anche a Liano, nella chiesa di San Mamante.

 

Presepe di Sabbia a Rimini

Il presepe di sabbia di Torre Pedrera è realizzato con duro lavoro da un'equipe di grandi artisti di fama internazionale su un'area di 6000 mq all'altezza del bagno 65, utilizzando oltre 1.000.0000 di kg di sabbia (la stessa con cui giocano i bambini in estate) mescolata con acqua pressata e poi scolpita utilizzando spatole e pennelli, prendendo spunto da dipinti e fotografie. E' così che i cumuli di sabbia pian piano prendono forma e si trasformano in splendide sculture di sabbia. Il presepe quest’anno rappresenterà una natività classica immersa in ambientazioni locali con scorci dell'architettura dei primi secoli d.C. Un percorso molto suggestivo che condurrà i visitatori alla Natività immersa tra monumenti arti e mestieri tutti risalenti alle origini della nostra città . Visitabile tutti i giorni dalle 9.30 alle 19. Aperture straordinarie: 24, 25, 26, 31 dicembre e 1, 6 gennaio dalle 9.30 alle 24.

 

Casola Valsenio: il presepe del Prugno

Un suggestivo presepe lo si può trovare lungo la Strada della Lavanda, quella che collega Fontanelice a Casola Valsenio. Giunti al passo, appena svalicato, dove vi è la strada che porta a Monte Battaglia, proseguire per Casola, poco più avanti sulla sinistra vi è la chiesa di Santa Margherita Vergine e Martire. Una chiesa antica, ricordata per la prima volta nel 1256 come rettoria dipendente dalla Pieve di Tossignano. La chiesa attuale, orientata est-ovest, è stata restaurata e messa a volta nel 1876, mentre il coro, di forma semicircolare, è stato aggiunto nel 1907. All'esterno potete trovare un piccolo gioiello, un presepio ispirato all'ambiente locale, in muratura varia, meta di molti visitatori nel periodo natalizio.

 

Castel Raniero: un presepe animato

Il piccolo presepe animato di Caste Raniero è una semplice rappresentazione fedele alla tradizione della nascita di Gesù. Costruito con materiali poveri come legno e carta è arricchito da effetti speciali come l'alternarsi di giorno e notte, le stelle che brillano in cielo, il lavoro dei pastori, il fiume che scorre e una porta che si apre. L'allestimento fa ripercorre a grandi e piccoli il cammino dei pastori verso la grotta, con suggestioni e atmosfere di altri tempi: i suoni delle zampogne, i rumori della bottega del falegname e i versi degli animali al pascolo. Visitabile fino al 6 gennaio, i giorni festivi e prefestivi dalle 14 alle 18  nella parrocchia della frazione faentina.

 

Pieve Corleto, il presepe nella Cripta

Nel presepe in Cripta il visitatore si trova ad esserne parte, cammina a fianco dei pastorelli e degli altri figuranti: la splendida cornice della Cripta millenaria diventa parte integrante della scena stessa creando una suggestiva atmosfera di accoglienza. Si tratta di un'esperienza unica soprattutto per i bambini che, data la loro altezza, si trovano a contatto con i personaggi del presepe, il paesaggio, l'acqua del fiume, la tenda dell'accampamento dei Re Magi, il Palazzo di Erode e infine alla Capanna dove è nato Gesù Bambino. Visitabile fino al 6 gennaio ogni giorno dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19, poi fino all'1 febbraio solo nei prefestivi e festivi, sempre dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 presso la parrocchia della frazione faentina.

 

Faenza: presepe di San Francesco

Quasi non è Natale a Faenza senza una sosta davanti al presepe animato di San Francesco. Una tradizione avviata anni or sono da padre Giovanni Lambertini con pochi mezzi e tanta creatività, è oggi portata avanti con competenza e cura da Roberto Gorini. Il presepe sarà aperto per le visite tutti i giorni fino al 6 gennaio.

 

“1000 presepi per Palazzuolo”

Nel corso del mese di dicembre e fino al 6 di gennaio tornerà anche quest’anno il percorso 1000 presepi per Palazzuolo che potranno essere ammirati lungo le strade del paese. I più belli saranno premiati nel giorno dell’Epifania. Per altre info www.palazzuoloturismo.it

 

Villanova di Bagnacavallo: mostra di presepi creativi

Villanova di Bagnacavallo: al via la creatività per la mostra di presepi dell'Ecomuseo. A dicembre inizia la consegna delle opere. L'esposizione, intitolata “La capanna del Bambinello”, rimarrà allestita fino al 28 febbraio all'Ecomuseo delle Erbe palustri, in via Ungaretti 1. La mostra intende riproporre un Natale creativo e sostenibile, rispettoso della tradizione rurale e autentica del territorio della Bassa Romagna.