Continua l’iniziativa no-profit che veicola i proventi dell'energia solare, ottenuti attraverso due impianti fotovoltaici a terra, costruiti a Lugo, a sostegno dell'edilizia scolastica dei Comuni dell'Unione Terre d'Argine, colpita dal terremoto del maggio 2012.

Nella mattinata di mercoledì 17 dicembre, nel centro polivalente Gianni Isola di palazzo Sersanti, il vicesindaco di Soliera, Caterina Bagni, anche a nome  dell'Unione dei Comuni delle Terre d'Argine (Comuni di Soliera, Carpi, Novi Modenese e Campogalliano), ha ricevuto un assegno da 14mila euro da EVM, rappresentata dall’Amministratore Unico Enrico Menzolini, società che si occupa di investimenti nel settore delle energie rinnovabili, alla presenza anche di Luigi Cimatti, Presidente della BCC della Romagna Occidentale, e di Davide Gavanelli, amministratore di PROFIN. Questo assegno, che costituisce i proventi del conto energia per il 2013/2014, si va ad aggiungere ai 14mila euro già donati per il conto energia del 2012/2013.

Ricordiamo che i due impianti, che occupano una superficie complessiva di 9424 mq (4712mqx2) di terreno, hanno una potenza di 189 kWp ciascuno, con una produzione di energia pulita annuale in grado di soddisfare il fabbisogno di energia di circa 130 famiglie per i prossimi 25 anni e di ridurre le emissioni inquinanti, sempre nello stesso arco di tempo, di 4055 tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera, pari 1723 tonnellate di petrolio non bruciate (Tep). L’investimento complessivo per la costruzione dei due impianti è pari a 830 mila euro, che comprendono il costo di realizzazione, il diritto di superficie, la progettazione e gli allacciamenti. L'iniziativa si è realizzata grazie alla collaborazione di numerosi attori coinvolti, a cominciare dai promotori imolesi Pro-Fin e EVM, al produttore di moduli Upsolar nel ruolo di fornitore del materiale, dall’azienda imolese Protesa spa (Gruppo Sacmi) nel ruolo di costruttore dell’impianto, in grado di fornire garanzie di performance, al soggetto finanziatore, ovvero la Bcc della Romagna Occidentale quale capofila di un pool di Banche di Credito Cooperativo dell'Emilia Romagna. 
Gli  impianti sono stati costruiti su terreni di proprietà del Comune di Lugo, il cui diritto di superficie è stato acquisito dalla società Energia Verde Investimenti 6 srl, controllata da EVM e gli utili dell’iniziativa saranno donati anche per i prossimi 18 anni, raggiungendo un valore stimato intorno ai 200mila euro.