Castel San Pietro (Bo). E’ morto per un infarto nel pomeriggio del 13 gennaio Marco Parenti, 58 anni, padre di due bambine con un lavoro in una nota ferramenta, per tanti anni protagonista all’opposizione nel consiglio comunale del Cassero con la lista civica Uniti per Castello sempre con spirito propositivo e con interventi di livello, a volte ironici senza mai cadere in basse polemiche. “E’ una cosa terribile – racconta Graziano Prantoni -, Marco è stato il mio competitor la prima volta che sono stato eletto sindaco. Anche quando c’erano diverbi forti in consiglio comunale, alla fine ci stringevamo sempre la mano ed era nata un’amicizia sincera tanto che mi ha chiamato prima di Natale per farmi gli auguri dicendomi di trovare una mezza giornata per fare una chiacchierata insieme. Purtroppo non ce l’ho fatta. Comunque alcune scelte fondamentali per Castel San Pietro le abbiamo condivise: penso al golf, all’Anusca e al centro ippico”.

Il sindaco Fausto Tinti è in lacrime: “Al di là della politica era un grande amico di tutti, una persona sempre positiva. Se ne va un pezzo di Castel San Pietro e ciò mi provoca un dolore immenso. Non so ancora quando ci saranno i funerali, bisognerà sentire la famiglia”. Il negozio ora è chiuso per lutto.

A lungo segretario dell’Udc, amico di Maria Cristina Marri deceduta pure lei nei giorni scorsi, si era candidato per puro spirito di servizio alle elezioni regionali del 23 novembre 2014 per il Ncd-Udc.

“E’ incredibile – la reazione di Giuseppe Palazzolo per anni consigliere comunale di opposizione per la lista civica “Per Imola” a piazza Matteotti -. Fatico a crederci, era ancora giovane, lo conoscevo bene, ha sempre fatto politica solamente per spirito di servizio cercando di migliorare la sua città. E’ una tragedia”.

E’ un altro lutto pesante a Castello dopo quello di Antonio Caravita a cui il Circondario aveva attribuito l'incarico di direzione del progetto di sviluppo delle gestioni associate e la dirigenza dell'Ufficio Tributi Associato.

(Massimo Mongardi)