Dozza. Il sindaco Luca Albertazzi e la giunta esprimono un forte apprezzamento al nuovo direttivo della Fondazione Dozza Città d’Arte per i positivi risultati raggiunti nel 2014. “Come è nostra abitudine, con la massima trasparenza e con i dati alla mano, vogliamo comunicare alla cittadinanza i risultati ottenuti quest’anno dalla Fondazione – inizia la presentazione del sindaco– Nel programma elettorale di “Progetto Dozza” è scritto che avremmo rivisto la funzione della Fondazione e così è stato: abbiamo rinnovato il consiglio direttivo, abbiamo messo in connessione la Fondazione con la Pro Loco, stiamo riorganizzando le funzioni stesse della Fondazione sotto l’aspetto legale/amministrativo”.

Albertazzi, quindi, snocciola i dati: “La presidente Simonetta Mingazzini mi ha consegnato i dati riepilogativi del 2014 circa le presenze e gli incassi della Rocca Sforzesca e sono la dimostrazione che l’aria a Dozza è veramente cambiata: nel 2014 ci sono stati 21.709 ingressi (+ 35,1% rispetto al 2013) mentre le entrate sono state di € 72.508 (+ 33,08% rispetto al 2013). Inoltre – continua Albertazzi – sono state proposte 8 mostre (Bertacchini – Scarpe a Regola d’Arte – Muky-Urla di Pace – Presepi – Mail-art sulla Masina – Mostra di FantastikA – Sulla Soglia – Il Viaggio Inaspettato), sono stati organizzati in Rocca 8 eventi (FantastikA – Polka Chinata – Accadde a Dozza – Il Tempo del Sogno – Giulietta Masina – Mercatini di Natale – Borderline – Il Castello dei Ragazzi) e n° 4 concerti (Concerto al Castello – Da Mozart a Brahms – Fantasia di Flauti – Coro Gospel Santiago) Altro importante raffronto sarà tra la scorsa edizione del Muro Dipinto, nel 2013, e la nuova biennale dello stesso evento nel 2015, attualmente in pianificazione”.

Anche l’assessore alla cultura Moscatello è soddisfatto “La Rocca di Dozza è un patrimonio che bisognava restituire alla giusta considerazione. Nessuno può negare che il lavoro svolto dal nuovo consiglio direttivo abbia riportato gente nel borgo sviluppando un turismo culturale significativo permettendo inoltre di registrare una ricaduta positiva sull’economia locale con grande soddisfazione delle attività che l’hanno saputa cogliere”.
“Uno degli obiettivi primari che la Fondazione dovrà darsi – continua il Sindaco – sarà quello di coinvolgere i privati per raggiungere una progressiva autonomia economica-finanziaria; Lo statuto prevede la possibilità di cercare sostenitori privati che recepiscano l’opportunità di partecipare alle attività di programmazione turistica, nonché di rilancio della capacità attrattiva del nostro Comune. Tutti i portatori di interesse sono invitati a cogliere questa occasione unica. Dopo anni di immobilismo è finalmente giunto il momento della svolta costruttiva.
Il nuovo consiglio direttivo – conclude il sindaco Luca Albertazzi – ha permesso, in pochi mesi, di realizzare ciò che abbiamo scritto nel programma elettorale e cioè che avremmo valorizzato e promosso il turismo sia in ambito nazionale che internazionale (gli ingressi di stranieri in Rocca nel 2014 risultano 2.299 presenze, con il picco di n° 515 presenze in settembre con FantastikA ). Per questo ringrazio la presidente Simonetta Mingazzini e tutto il direttivo per la competenza, la professionalità, la dedizione che hanno profuso. Sono sicuro che continueranno a mettere lo stesso impegno e la stessa passione anche nei prossimi anni, garantendo un sostanziale rilancio della nostra comunità”.