Imola. Una collaborazione dell’Ortopedia di Imola con lo IOR di Bologna (Istituto Ortopedico Rizzoli) secondo il modello della rete clinica interaziendale permetterà, a partire da quest’anno, l’incremento all’ospedale Santa Maria della Scaletta di interventi “superspecialistici” nei settori della chirurgia della spalla e dell’ortopedia pediatrica, coinvolgendo nello specifico il reparto di Chirurgia di Spalla e Gomito diretto dal dottor Roberto Rotini e il reparto di Ortopedia e Traumatologia Pediatrica diretto dal dottor Stefano Stilli del Rizzoli.

Interventi complessi di chirurgia protesica e ricostruttiva della spalla nell’adulto o correzioni di malformazioni congenite nel bambino (es. piede torto, ipoplasie, …) potranno così essere eseguiti da èquipe formate da professionisti della Ausl di Imola e da uno specialista dell’Istituto Ortopedico Rizzoli ed i residenti sul territorio potranno effettuare tutto il loro percorso di cura senza necessità di spostarsi allo IOR di Bologna ove sono presenti, come è noto, diversi reparti superspecialistici.

“Il vantaggio di questo accordo per la popolazione locale è del tutto evidente: interventi di particolare specificità e complessità per i quali in genere si veniva inviati allo IOR di Bologna potranno essere eseguiti direttamente ad Imola. – spiega Guglielmo Vicenzi, direttore del reparto di Ortopedia dell’Ausl di Imola e già dipendente del Rizzoli per oltre 20 anni –.   Questo soprattutto per i più piccoli e per le loro famiglie costituiva un grande disagio, che sarà oggi superato garantendo ai bambini il ricovero nel reparto imolese di pediatria dotato di tutti i requisiti e le professionalità adeguate ai piccoli pazienti. I nostri professionisti ortopedici selezioneranno i casi e si occuperanno dell’iter pre-operatorio, organizzando con i Colleghi Specialisti dello IOR alcune sedute operatorie “ad hoc” che, come già detto, verranno svolte in Equipe. Il paziente resterà quindi ricoverato al S. Maria della Scaletta dì Imola, dove svolgerà anche tutti i controlli successivi”.

Un grande miglioramento nell’accessibilità per i cittadini, ma anche la possibilità per i nostri professionisti di sviluppare maggiori competenze in settori fino ad ora gestiti per lo più dal Rizzoli, centro di riferimento di area vasta per le patologie ortopediche più complesse.

“Nel settore della chirurgia della spalla Imola vanta già una buona esperienza per interventi di media complessità, – continua Vicenzi – ma in questo modo potremo effettuare in integrazione con i colleghi IOR interventi più complessi, anche in microchirurgia, affinando le competenze locali. Anche in ambito pediatrico abbiamo attivato un ambulatorio di primo livello di ortopedia pediatrica allo scopo di individuare e selezionare i casi complessi da trattare in collaborazione con i colleghi dello IOR”.  

L’accordo tra IOR e Ausl di Imola, sottoscritto a fine 2014, prevede l’attivazione di un programma Interaziendale diretto dal dottor Vicenzi, che oltre allo sviluppo integrato delle attività chirurgiche in questi settori garantirà sinergie anche nella realizzazione di percorsi organizzativi (protocolli e linee guida) e scientifici (attività di ricerca e formazione).