Mordano. E' stato ancora una volta un Palio dei Borghi vero, avvincente, con il colpo di scena finale che ha aggiunto adrenalina ad una gara velocissima. Il Palio ha concluso una Sagra dell'Agricoltura di grande successo, che grazie al mix di novità e tradizione proposto dal ricco programma, ha saputo essere punto di aggregazione per tutta la famiglia.
A vincere il 32esimo Palio dei Borghi è stato il fantino Mattia Chiavassa, di Asti, in sella al cavallo 'Pompa', abbinato allo sponsor Autogas Nord ed al borgo Stazione di Posta; al secondo posto Fabrizio Di Piazza, anche lui di Asti, in sella a 'Missile', abbinato allo sponsor Giordani Costruzioni ed al borgo San Germano. Terzo posto per Massimo Columbu, vincitore delle ultime due edizioni, che montava 'Doctor Speed', abbinato a Cecchini Service ed al borgo Montebottone.

Buona la prima, con la partenza subito regolare, grazie all'ottima conduzione del mossiere Antonio Gagliardi, che ha guidato i fantini al canapo con calma e fermezza. Al via scatta come una lepre Fabrizio Di Piazza, con il suo cavallo 'Missile', di nome e di fatto, conducendo la gara praticamente dall'inizio fin quasi alla fine dei tre giri, con un ritmo velocissimo, mentre al suo inseguimento si gettano Chiavassa e Columbu. Per Di Piazza sembrava già fatta ed in effetti ha esultato all'altezza del canapo, poche decine di metri prima del traguardo, pensando che l'arrivo fosse lì, permettendo a Chiavassa di superarlo di un'incollatura proprio sotto il traguardo, coronando un inseguimento forsennato. Davvero una beffa per Di Piazza, che a fine gara si è detto “deluso e amareggiato al tempo stesso”.
Grande soddisfazione per Chiavassa, nato a Cuneo nel 1991, ma che monta ad Asti, dove ha debuttato lo scorso anno al Palio. A Mordano è la prima volta che vince. “Sono molto soddisfatto, perché ho giocato bene le qualità del mio cavallo, che conosco perfettamente e sapevo come gestirlo, per cui ho creduto fino alla fine nella rimonta e ce l'ho fatta” dice a fine gara Mattia Chiavassa, confortando l'amico Di Piazza.