Imola. Attentati di una violenza inaudita a Bruxelles, nel centro dell'Europa. Tre kamikaze del sedicente Stato islamico pare si siano fatti esplodere, due all'aeroporto e uno in metropolitana vicino al Parlamento Europeo. Si parla di almeno 34 morti e di oltre 200 feriti.

Davanti a tale disastro, le istituzioni hanno reagito. Il 23 marzo, alle 18.30, tutti i cittadini sono chiamati a partecipare a un presidio in piazza Caduti per la libertà per ribadire un No chiaro a chi vuole dividerci con la paura e la diffidenza e per esprimere la nostra vicinanza alla città di Bruxelles e ai familiari delle vittime degli attentati. “Serve una reazione forte, decisa e unitaria di tutte le nostre città contro la barbarie che minaccia tutta l'umanità – ha dichiarato il sindaco Daniele Manca -. Dobbiamo unire e rafforzare l'Unione Europea, perché solo uniti sapremo sconfiggere il terrore e le paure che attanagliano sempre di più i cittadini e che limitano e pregiudicano le nostre libertà. Vogliamo continuare nella battaglia culturale che abbiamo intrapreso, perché il terrorismo si vince a viso aperto, con la conoscenza e con le relazioni”.