Dozza. Ha tentato il suicidio pronto a buttarsi da un cavalcavia a Toscanella il giorno di Pasqua, ma i carabinieri sono intervenuti e sono riusciti a fargli cambiare idea.

E' stato verso le 18.40, quando un carabiniere della Centrale del 112 di Imola ha ricevuto la telefonata di un giovane che voleva annunciare l'intenzione di suicidarsi buttandosi da un viadotto situato in via di Mezzo a Toscanella di Dozza. Il militare ha avvisato subito i colleghi del luogo e in attesa del loro arrivo si è fatto una chiacchierata amichevole col ragazzo che riferiva di essere rimasto deluso da un problema sentimentale avuto con la fidanzata. All'arrivo della pattuglia, il 20enne, straniero residente in Provincia di Bologna, ha proseguito la conversazione con i due carabinieri e soltanto dopo diversi minuti, resosi conto che stava per fare una sciocchezza, ha ascoltato i militari e, fidandosi di loro, è sceso da un parapetto del cavalcavia ed è stato trasportato al Pronto Soccorso di Imola per accertamenti.