Imola. Donne e motori, Superbike e Raffaella Fico madrina della gara che quest'anno si terrà all'autodromo dal 29 aprile al 1° maggio. Più della splendida presenza della show-girl che però ha confessato di seguire più il calcio dei motori tanto che vedrà la sua prima corsa a Imola e di avere solamente uno scooter, nella conferenza-stampa si è parlato soprattutto delle voci di un possibile ritorno della Formula Uno in riva al Santerno.

Il sindaco Daniele Manca ha ripetuto più volte che “non abbiamo nulla da rubare a Monza, spero in un rapporto non conflittuale tanto che proponemmo un'alternanza con la città brianzola per impedire che l'Italia non avesse più un Gp di F1, cosa che mi dispiacerebbe molto. Se Monza ce la farà da sola, non avremo alcun problema, al tempo stesso non voglio avere veti su Imola perché ora l'Enzo e Dino Ferrari' è un circuito adatto al grande circo e Formula Imola lo gestisce in equilibrio. Dunque la nostra spina dorsale è dritta anche se non andiamo contro nessuno. La bozza del calendario 2017 ci dirà cosa accadrà”.

Il presidente di Formula Imola Uberto Selvatico Estense, dopo aver onorato Raffaella Fico con un colorito mazzo di fiori, ha ammesso “di essere stato invitato al Gp del Bahrein dove ho riscontrato l'attenzione di Bernie Ecclestone verso Imola, per ora nulla di più. Domani sarò a San Marino per il ricordo del primo Gp di San Marino sul circuito del Santerno con una moneta nella quale è raffigurato il primo vincitore, Nelson Piquet, e penso ci sia la possibilità di tornare ad avere una collaborazione con loro”.

Infine il direttore dell'autodromo Pier Giovanni Ricci ha ricordato che “c'è grande interesse quest'anno verso la gara di Imola delle Superbike anche grazie alle promozioni sui biglietti che abbiamo fatto nella Città metropolitana a un prezzo accattivante. Partiremo già il 29 aprile, per il 90esimo anniversario delle Ducati, con la sfilata di 90 moto costruite dal '46 al '96”.

(Massimo Mongardi)