Imola. E' partita una raccolta di firme fra i cittadini del quartiere Marconi nei confronti dell'Amministrazione per portare sicurezza all'incrocio tra le vie Casoni-Andreini e Casoni-Volta. Intersezioni su cui il Movimento 5 stelle presentò un'interrogazione già nel 2013. Sono passati tre anni di silenzio, la settimana scorsa si verificò un ennesimo incidente e ora, passati sei giorni da quest'ultimo evento, il tratto di strada di via. Casoni lungo appena 400 metri ha già collezionato altri due incidenti.

La pericolosità di questo tratto di strada è evidente: sia da via Andreini che da via Volta ci si immette in un viale a due corsie separate da lunghe aiuole spartitraffico, con importanti alberature. I pericoli di traffico e scarsa visibilità sono palesi. A questo si aggiungono le strisce pedonali, subito a ridosso dell'intersezione. La foto scattata alcuni giorni fa parla chiaro. Se anche le auto, viaggiando a velocità moderata, non rischiano clamorose carambole, la distanza tra il loro moto e i possibili pedoni è minima. È ora di mettere in sicurezza questo tratto di strada prendendo per esempio spunto dai lavori eseguiti lungo via Villa Clelia.