Caro direttore,
in questo momento storico, mai come prima, tutti cercano di… fregarci! Oggi ho calcolato esattamente cosa ci costa una frequente modifica che ci viene – di fatto imposta – ai contratti telefonici. Immaginiamo di pagare un “servizio”20 euro al mese. In quattro anni, ci sono 12 x 4 = 48 mesi… perciò spenderemo 48 x 10 = 960 euro.

Il contratto è stato fatto, scritto e firmato, specificando il pagamento a mensilità. Arriva un SMS del Signor Gestore che vi dice che da adesso in avanti, le scadenze non saranno più mensili ma ogni quattro settimane… In pratica, pagherete 20 euro non ogni mese ma ogni 28 giorni e, se non vi va bene, potete sempre sciogliere il contratto il ché comporterebbe un lavoro di mesi e pagamenti di bollette non usufruite fino alla prossima generazione… l'ha detto Crozza!

La gente “abbozza” e lascia perdere dicendo che poi, in fondo, non cambia di tanto. Ho fatto un semplice calcolo e, nell'arco di 4 anni – considerando anche il bisestile – ci sono 1461 giorni. Divido per 28 e trovo 52,18 periodi di 28 giorni, a 20 euro ognuno per un totale di 1043,60 euro contro i 960 del contratto firmato da noi… sono 83,60 euro in più… l'8,76% in più!

La mia domanda è: come mai, il cittadino, per fare qualsiasi cosa, debba telefonare, scrivere costose raccomandate, interpellare consulenti, aspettare risposte che non arrivano mai etc… etc… mentre a questi “Signori” basta un SMS per aumentarci una tariffa quasi del 9% in barba al contratto firmato?
Non c'è un organo di vigilanza che tuteli i cittadini indifesi e dia qualche martellata nei denti a queste strafottenti “persone giuridiche”?

E la norma del “silenzio-assenso” che può andare benissimo per un ente pubblico perché qualcuno, in ufficio, c'è sempre… come può essere applicata al cittadino? E se siamo in ferie?… o all'ospedale… assenti per lavoro… o, per mille motivi non siamo presenti e in grado di rispondere… significa “assenso”?

Ci sono tanti modi per “comprimere” i diritti della gente e… questi sono solo un piccolo esempio.

(Gianfranco Bonanni)