Imola. Dopo il successo dell'edizione 2015 – a Torino, Milano, Piacenza – Italia Loves Sicurezza torna con un format tutto nuovo. Per celebrare il 28 aprile, Giornata Mondiale della Salute e della Sicurezza, la Fondazione LHS ha infatti organizzato il primo roadshow sulla sicurezza in simultanea in 35 città: a Imola sono PiùSicurezza srl insieme a Seacoop e all'Associazione Tavolo 81 Imola ad avere raccolto la sfida. Il progetto imolese si muove su due filoni: quello della Leadership e di nuovi modi di comunicare salute e sicurezza e quello della ricerca sul tema della sicurezza sul lavoro al femminile.

SICUREZZA SUL LAVORO AL FEMMINILE – Ci siamo posti l'obiettivo di fare un focus sulla differente relazione delle donne con i temi della salute e sicurezza sul lavoro analizzando quale è il differente recepimento dei valori della tutela di salute e sicurezza, il differente metodo di gestire nella quotidianità lavorativa la necessità di lavorare in sicurezza, di rapportarsi con la sicurezza dei colleghi di lavoro, di comunicare la sicurezza. Il progetto prevede tre modalità di raccolta informazioni: il questionario online, le videointerviste e un focus-group. Il questionario online, divulgato su tutta Italia grazie al network che si è creato fra le varie città, è rivolto sia alle donne che agli uomini e può essere compilato all'indirizzo: www.survio.com/survey/d/ils16-imola. Nella giornata centrale dell'iniziativa, il 28/04/2016, in spazi pubblici ed all'interno di alcune aziende realizzeremo delle videointerviste alle donne lavoratrici di ogni età, fascia sociale e posizione lavorativa. Riuniremo poi un dozzina di donne che si occupano di salute e sicurezza sul lavoro per professione (RSPP, RLS, consulenti, preposti) per fare un focus group in cui condividere esperienze, pensieri e visioni sul tema. Un primo report dei risultati sarà presentato in concomitanza con lo spettacolo teatrale del 12 maggio.

NUOVI MODI DI COMUNICARE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO – Il tema che accomuna gli oltre 60 eventi di ITALIA LOVES SICUREZZA 2016 è quello innovativo della comunicazione efficace dei temi di salute e sicurezza sul lavoro, per tale motivo abbiamo organizzato due eventi dedicati.
Seminario AD INVITO “Leadership in Health & Safety” tenuto da Davide Scotti, segretario generale Fondazione LHS e co-autore de “Il libro che ti salva la vita” martedi 19 aprile dalle 14.30 alle 17.30 alla Sala delle Stagioni. La Fondazione promuove la metodologia “Leadership in Health and Safety” (LiHS), un programma di cambiamento culturale di eccellenza. Le strategie e gli strumenti utilizzati durante il seminario sono pensati per agire sul cuore e sulla mente delle persone, dando loro la motivazione e i mezzi per diventare leader nella sicurezza, ogni giorno e in ogni ambito della propria vita: strumenti pratici per sviluppare competenze personali e diffondere la safety leadership nelle organizzazioni.

Spettacolo teatrale gratuito “IL VIRUS – CHE TI SALVA LA VITA” di e con: SILVIA CATTOI e JURI PIRODDI Giovedi 12 maggio sllr 21 al Teatro Osservanza – Liberamente tratto da “Il libro che ti salva la vita” (che è per metà una guida e per la restante metà una sorta di testo-testimonianza coinvolgente ed emozionante), «IL VIRUS – che ti salva la vita» è uno spettacolo teatrale che – mescolando parole, movimento, musica e video – vuole offrire, con emozione e ironia, una galleria ricca di spunti di riflessione sulla Salute e la Sicurezza. Lo spettacolo – proprio come un libro – è suddiviso in capitoli e si struttura in due fasi distinte: una prima parte più propriamente “teatrale”, con situazioni, personaggi e video che mostrano l'assurdità dei nostri cliché comportamentali sul lavoro, sulle strade e nella vita quotidiana; i limiti, l'inerzia e l'apatia di fronte al cambiamento tipica dell'Italian Way of Life. Una seconda parte – quella che più aderisce alla “lettera” del libro di riferimento – in cui, tolta di mezzo la “quarta parete”, il pubblico è chiamato a partecipare all'azione scenica attraverso domande e provocazioni tese a indurre un cambiamento nel modo di vedere e di fare le cose più semplici, quotidiane.