Imola. L'obiettivo, ribadito dall'assessore ai Lavori pubblici Roberto Visani, “è quello di riconsegnare al centro storico una via Appia più bella e riqualificata nel tratto che va da via Galeati a via Cavour nello spazio di tre mesi, dal 30 giugno al 1° ottobre”.

L'occasione è fornita dal fatto che Hera deve, per legge, mettere a norma le condutture del gas che passeranno dalla ghisa all'acciaio; inoltre visto che si dovrà aprire parte della strada saranno rinnovati anche gli impianti idrici perché ormai vecchi da parecchie generazioni per un totale di 200mila euro. Ma il Comune, attraverso Area Blu che investirà 130mila euro, vuole cogliere la palla al balzo per rifare la pavimentazione: al centro della via sarà posto asfalto nuovo e ai due lati, a raso senza i marciapiedi, arenaria con alla sinistra venendo dalla stazione, dei fittoni per impedire alle auto di parcheggiare.

Disagi? Ce ne saranno come per ogni cantiere anche se c'è stato un incontro preventivo fra Amministrazione, esercenti e residenti per tentare di ridurli al minimo. Nel corso dei lavori, potranno verificarsi temporanee mancanze di acqua e gas di un giorno mentre Hera farà i sondaggi sul terreno nei pomeriggi dalle 13 alle 19 quando i negozi saranno chiusi e verrà cambiata la viabilità cercando di salvare i residenti. Ribadito che via Galeati resterà sempre aperta al traffico e che per chi gira a piedi o con la bici a mano si farà in modo di permettere un passaggio ai lati della strada, non si potrà entrare dal semaforo di porta Appia nella via interessata ai lavori con le auto che dovranno girare, venendo sempre dalla stazione, a destra fino alla farmacia di via Nardozzi per poi prendere via Cavour dove sarà invertito il senso di marcia.

Si lavorerà per sei giorni alla settimana ad esclusione della domenica, per un totale di 10 ore al giorno con un intervallo dalle 7 alle 19 e verrà messa un'apposita barriera antipolvere per proteggere il più possibile le attività dei commercianti. Al più presto, sarà bandita la gara d'appalto per decidere quale sarà l'azienda che si occuperà della strada.

Ragionando sulla tempistica, si partirà dall'incrocio di via Galeati fino circa a quello con via Valeriani arrivando al termine di luglio per quanto riguarda Hera, nella seconda fase si procederà alla prima ripavimentazione ed Hera continuerà a scavare fino a via Cavour in agosto, poi dall'ultima settimana di agosto fino a inizio settembre Hera finirà di mettere i tubi per poi chiudere la pavimentazione entro la fine di settembre. Naturalmente, clima estivo permettendo, e sperando di non trovare reperti archeologici di valore sui quali la Soprintendenza potrebbe mettere degli inevitabili stop.

(m.m.)