Il fungo prugnolo è chiamato anche “Fungo di San Giorgio” perché,secondo la tradizione popolare, compare il 23 aprile, giorno della ricorrenza di San Giorgio. Ovviamente, al di là della ricorrenza, può anticipare o posticipare la sua comparsa a seconda dell'altitudine o dell'andamento stagionale, ma il periodo indicato é quello giusto. Questa specie, cresce sotto cespugli o pruni selvatici normalmente molto spinosi ,  cercatori senza scrupoli, sono soliti aiutarsi con utensili simili a “rastrelli”,operando in tal modo, finiscono inevitabilmente per distruggere le micorrize presenti nel terreno, riducendo di molto la raccolta. Pertanto l’ingrediente fondamentale della mia ricetta , molto stagionale e gustosa è un cercatore D.O.C. , il mio babbo Giorgio!!!

In effetti, più che la ricetta di zia Daniela, questa è la ricetta di nonna Antonella, perchè in primavere è il piatto  Principe della domenica, in casa di mia mamma.

 

Ingredienti per la pasta:

4 uova

400g di farina “0”

 

Ingredienti per il condimento:

Olio evo q.b.

Spicchio d’aglio

Prugnoli ( almeno 100g)

Prezzemolo

 

Prima di tutto facciamo una fontana con la farina, al centro mettiamo le uova e iniziamo ad impastare, fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico.

Si lascia riposare l’impasto per circa 30 minuti, poi si inizia a tirare la sfoglia con il matterello. Una volta finito si lascia asciugare la sfoglia, poi si arrotola senza schiacciarla. Con un coltello tagliare delle rondelle di 0,7 cm circa, scioglierle e lasciarle riposare su un canovaccio coperte da un altro canovaccio .

Prepariamo il condimento:

in una padella larga mettiamo l’olio scaldarlo e aggiungete uno spicchio d’aglio, una volta insaporito aggiungere i prugnoli, tagliati a pezzetti piccoli. Lasciare cuocere per pochi minuti, poi spegnere il fuoco e aggiungere del prezzemolo fresco.

Far bollire l’acqua salata, e cuocere le tagliatelle, un po’ alla volta (appena salgono in superficie sono cotte). Condire in un piatto grande, aggiungere un po’ d’acqua di cottura e olio a crudo se appaiono troppo “asciutte”. Io consiglio di aggiungere ancora qualche prugnolo crudo tagliato a lamelle sottili e buon appetito a tutti!!!!!