Imola. L'Osservanza, con il suo splendido parco di alberi secolari e e circa 500 piante vicino al centro storico, è pronta per essere restituita agli imolesi il prossimo 2 giugno alle 11, festa della Repubblica, alla presenza del presidente della Regione Stefano Bonaccini.

Particolarmente soddisfatto il sindaco Daniele Manca: “Restituiamo uno dei patrimoni più importanti della città agli imolesi. Oltre al parco che sarà fruibile da tutti a piedi o in bici e che collegherà anche i due teatri con illuminazione e videosorveglianza, vogliamo realizzare un luogo di vita e di presenza per lo sviluppo e l'utilizzo dei padiglioni che saranno utilizzati per dare ospitalità per gli studenti dell'università, per la cultura, la musica (allievi dell'Accademia “Incontri col maestro”), commerciale e una parte di residenziale. Il tutto grazie a una nuova e positiva collaborazione con la Soprintendenza per una proprietà che sarà interamente pubblica del Comune e del Con.Ami attraverso la società Osservanza”.

E' toccato poi al presidente del Con.Ami Stefano Manara illustrare alcuni particolari: “Il parco avrà almeno una decina di ingressi per pedoni e ciclisti sempre aperti, stiamo già rimuovendo gran parte delle recinzioni. Dal punto di vista carrabile ci sono tre accessi: da via Venturini dove sarà abbattuto un muro, dalla Casa Alzheimer e dal cancello vicino alle scuole Rodari. I padiglioni, sui quali abbiamo già cominciato a lavorare, possono ospitare circa 500 persone e abbiamo ritenuto inutile avere un unico interlocutore. Nelle aree commerciali (ex stenditoio) e residenziali vogliamo scegliere un mix moderno. Solamente il padiglione 16 sarà demolito per poi avere una destinazione commerciale. Per l'ospitalità degli studenti, stiamo pensando a canoni d'affitto che si aggirino mediamente sui 350 euro al mese per 10 mesi. Il Rettore dell'università di Bologna e il presidente della Fondazione Carimola (che ha la proprietà di un padiglione, ndr) hanno fatto una visita nei giorni scorsi e sono rimasti favorevolmente colpiti. Abbiamo avviato alcuni contatti, ma per ora preferiamo non svelare i nomi”.

Ultimo, ma molto importante, partirà prestissimo un bando per l'Altrocaffè dove gli investimenti saranno fatti dalla parte pubblica e la gestione dovrebbe essere affidata per sei anni rinnovabili per altri sei.

Nel programma del 2 giugno, col taglio del nastro, sono previste animazioni con buskers e artisti di strada (dalle 11 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18). Alle 16 dal teatro dell'Osservanza partirà la visita guidata “L'Osservanza e i suoi graffiti” con Massimo Golfieri. Alle 17.30, sulla pista da ballo già riqualificata, si esibiranno i “Magical Mystery Tour # 2016”, con la Vassura Baroncini Open Band e MusicLab di Mordano. Direzione e orchestrazione: Roberto Bartoli.
Arrangiamenti: Roberto Bartoli, Alessandro Bozza.

(Massimo Mongardi)