La frenesia che ormai caratterizza le nostre vite ci rende spesso ignari dei cattivi atteggiamenti e delle abitudini deleterie ai quali siamo avvezzi.
Tra tutte le cattive norme comportamentali che possono ledere il benessere e la qualità della vita c'è quella che riguarda l'utilizzo in casa delle stesse calzature che si indossano all'aperto, fuori casa.
Sebbene possa sembrare un atteggiamento innocuo e privo di rischi, quello di mantenere in casa le medesime scarpe utilizzate all'esterno è un'abitudine malsana che può causare dei danni.
A tale riguardo è importante essere consapevoli dei rischi correlati con la sporcizia che trasportiamo in casa quando non abbiamo l'accortezza di lasciare le scarpe sulla soglia.
In più, evitare di indossare le calzature con cui si esce dentro casa si rivela un ottimo stratagemma per mantenere pulite più a lungo le superfici domestiche.
A molti sembrerà strano che un gesto così semplice possa sortire tutti questi benefici; ecco perché analizzeremo nel dettaglio i motivi per cui camminare scalzi in casa si rivela sempre un'ottima scelta.

Camminare scalzi in casa: perché fa bene alla salute
Il primo fattore da considerare è l'igiene. Secondo uno studio condotto diversi anni fa da un team di ricercatori dell'Università dell'Arizona, il numero dei batteri che si annida sotto le suole delle scarpe può arrivare a 421 mila, una cifra davvero impressionante.
Tra i batteri più comuni vi sono l'Escherichia coli, un batterio fecale che può causare infezioni all'apparato gastrointestinale con sintomi come il vomito e la diarrea, oppure il Klebsiella pneumoniae, un batterio che può causare le polmoniti.
Questo ci aiuta a capire meglio come le nostre scarpe possano trasformarsi in veicoli per i peggiori batteri, o microrganismi patogeni, che rendono inutile ogni nostro tentativo di igienizzare casa per tenere al sicuro i nostri cari.
Ma i vantaggi per la salute non terminano qui: lasciare le scarpe sulla soglia di casa è un gesto che ha altri due aspetti positivi: consentire al piede di respirare dopo una giornata di costrizione generata dalla rigidità della suola e dai lacci. Questo piccolo gesto, seppur minimo, lascia che la pelle respiri riattivando la circolazione complessiva degli arti inferiori e contrastando così il ristagno venoso e la ritenzione dei liquidi.
Inoltre, camminare scalzi si traduce nella possibilità di tonificare la muscolatura dei piedi e di mantenere, almeno dentro casa, una postura corretta in quanto più naturale. Qualora non siano presenti patologie del piede o dell'arco plantare, camminare scalzi rappresenta un'abitudine molto salutare per chiunque, anche per i bambini poiché favorisce la flessibilità del piede stimolando in correttamente i muscoli delle gambe.

Camminare scalzi: perché fa bene alla casa
Al di là dei benefici per la salute, camminare scalzi in casa è un'azione positiva anche per il mantenimento di un'adeguata igiene domestica, basti pensare all'importante riduzione di polvere, sporcizia, fango e terra dentro casa. In questo modo di riducono anche gli interventi di pulizia necessari per mantenere la casa in buono stato, alleggerendo, non di poco, il carico delle faccende.
Tenere il più possibile la sporcizia fuori dalle mura di casa è anche un ottimo metodo per preservare la vita dei rivestimenti, in particolar modo di quelli più pregiati e costosi come quelli in legno.
In questo caso, si dovrebbe evitare l'utilizzo di scarpe con il tacco, o di qualunque altra scarpa che rischi di portare in casa sassolini o altri materiali che possano danneggiare le pavimentazioni più delicate come quelle in legno. In alternativa si può optare per un rivestimento più resistente che non sia soggetto a danneggiamento. Per saperne di più sulle varie tipologie di parquet, si può fare riferimento al sito di una ditta di Roma leader nella produzione di pavimenti in legno. Individuando un modello di parquet dalle caratteristiche più robuste, non si avrà più alcun problema legato all'usura. Individuando un modello di parquet dalle caratteristiche più robuste, non si avrà più alcun problema legato all'usura.
In più, camminare scalzi su una pavimentazione in legno può rivelarsi molto piacevole in quanto si tratta di una superficie levigata e calda.

Camminare scalzi in casa: perché fa bene al vicinato
Una delle cause delle liti nei condomini è proprio l'utilizzo di calzature rumorose e poco adeguate all'ambiente domestico. Togliersi le scarpe quando si varca la soglia di casa rappresenta anche un gesto rispettoso per chi vive al piano inferiore. Dopotutto, la buona educazione è la chiave per mantenere buoni rapporti con il vicinato.
Infine, per ricevere gli ospiti e metterli in condizione di camminare scalzi senza provare disagio, fate una scorta di ciabatte da destinare all'accoglienza dei visitatori.