Imola. Botta e risposta sull'assegnazione di alloggi di Edilizia pubblica residenziale (Erp) fra il consigliere regionale della Lega Nord Daniele Marchetti e il vicesindaco di Imola Roberto Visani.

“I numeri parlano da soli, è evidente che non siamo più in grado di soddisfare la richiesta di alloggi popolari, le normative attualmente in vigore sono da rivedere totalmente – è lapidario il consigliere regionale imolese del Carroccio -. Il vicesindaco Visani, ha confermato di fatto quel che sapevamo già, ovvero che ogni anno di media, gli alloggi popolari che rimangono sfitti sono circa un centinaio, mentre moltissime famiglie rimangono in attesa di un'assegnazione o di un trasferimento necessario per via del cattivo stato di numerosi appartamenti”.
“Come Lega Nord, abbiamo già depositato in Regione un progetto di legge di cui sono primo firmatario – continua Marchetti – che intende introdurre una nuova modalità di recupero degli alloggi erp. Si tratta del cosiddetto autorecupero, una possibilità che anche lo stesso Visani non butta via tanto che spero inviti suoi rappresentanti in Regione ad appoggiare il mio progetto di legge che presto verrà calendarizzato”.

“A Marchetti replico – dichiara Visani – che la Regione ha appena presentato una riforma sulle case popolari che mi convince molto perché tende a non darle più quasi come un vitalizio, ma in base alle reali e mutanti necessità e bisogni delle famiglie, di conseguenza mi aspetto che Marchetti voti la legge. Sull'autorecupero voglio essere chiaro. Se si tratta di opere imponenti e pericolose non è possibile. Se invece si tratta di interventi minimali da parte di chi ne usufruisce, sono d'accordo. Intanto annuncio che nel prossimo bando privilegerò le giovani coppie fino a 35 anni di età e gli anziani ultrasessantacinquenni”.

(m.m.)