Fontanelice. Un altro furto, l'ennesimo portato a termine nel paese della Vallata nella notte fra il 20 e il 21 giugno dopo tentativi riusciti o meno in alcuni bar e appartamenti. “Ho parlato con il maresciallo dei carabinieri – spiega il sindaco Athos Ponti – e pare che si tratti della stessa banda che ha già agito in paese, nella ValSellustra e a Castel San Pietro. Da quello che mi è parso di capire avrebbero cercato di forzare la cassa forte, ma non ci sono riusciti e ci sarebbero solamente i danni da scasso. Nella zona ci sono telecamere e stanno visionando i filmati”.

“La situazione è ormai insostenibile: non ne possiamo più di questi delinquenti venuti da chissà dove che entrano nelle nostre case e nei nostri esercizi commerciali per fare razzie. È insopportabile vivere con la consapevolezza di non essere più al sicuro – dichiara in consigliere comunale di Imola, ma residente a Fontanelice Simone Carapia -. Non si può continuare così! Bisogna trovare una soluzione: vogliamo ritrovare la tranquillità che abbiamo perduto. Mi auguro che a livello circondariale si convochi il Prefetto perché la situazione sta diventando giorno dopo giorno davvero insostenibile soprattutto a Fontanelice”. Abbiamo cercato il sindaco Athos Ponti, ma non siamo riusciti a trovarlo al cellulare.

Le indagini, non è chiara al momento l'entità del bottino, sono portate avanti dai carabinieri.