Visto che è stata la festa del Papà, nulla di più indicato per festeggiare…

Questo dolce tipico del sud Italia, viene fritto e  riempito di crema pasticcera, decorate con amarene e zucchero a velo. La mia versione è un po' più leggera, sostituendo la frittura con cottura al forno. Prima di tutto prepariamo la crema pasticcera:

500 ml di latte intero, 2 uova, 100 g di zucchero, 50g di farina, aroma di vaniglia

Mescolare energicamente le uova con lo zucchero, aggiungere farina  latte e vaniglia. Mettere sul fuoco , a fiamma bassa continuando a mescolare sempre dallo stesso verso con un cucchiaio di legno finche con addensa.

Per le zeppole occorrono:

250 gr di acqua, 100 gr di burro, 150 gr di farina 00, 4 uova.1 pizzico di sale.

Portiamo ad ebollizione l'acqua con il burro e il sale, poi aggiungiamo a pioggia la farina e mescoliamo con il cucchiaio di legno finche non otterremo un impasto liscio che si stacca dalla parete del tegame. Ora togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare.

Una volta raffreddato aggiungiamo le uova incorporandone una alla volta all'impasto.

Mettere la pasta in una sac à poche con bocchettone a stella e formare delle ciambelline di circa 5 cm che formerete con un movimento circolare direttamente su una teglia da forno ricoperta di carta forno. Attenzione che durante la cottura crescono molto, quindi distanziarle bene.

Ora inforniamo a forno caldo per 25 minuti a 200°.

Una volta sfornate vengono tagliate  a metà , si riempiono di crema,  si aggiunge un po' di crema sopra il dolce e si decora con un amarena, spolverizzando con zucchero a velo.

Le amarene si trovano in commercio, ma io utilizzo quelle che il mio babbo prepara l'estate, con i frutti dell'albero del nostro giardino, una vera prelibatezza.