Castel del Rio. Erano così preziosi che la gente di montagna li chiamava “gli alberi del pane”. I castagneti e il loro frutto – il marrone di Castel del Rio, la cui qualità gli è valsa il marchio di indicazione geografica protetta IGP – saranno i protagonisti dell'uscita di domenica prossima di Camminar per sagre, una serie di tour nelle vallate tra Imola e Faenza per farne conoscere peculiarità naturalistiche, storiche ed enogastronomiche.
Si partirà alle 9.30 da piazzale Magnus insieme alla guida ambientale Stefano Schiassi per un facile trekking ad anello attraverso l'antica Selva di Massa, dove si potranno raccogliere le castagne cadute sul sentiero (senza addentrarsi nei fondi privati, i proprietari sono giustamente gelosi di questa prelibatezza autunnale!). Dopo la passeggiata ci si sposterà alla sagra del marrone per gustare il menù che lo celebra: tagliatelle ai marroni con pancetta, capaltèz (cappellacci ripieni di marroni), arrosto di maiale con ripieno di marroni e contorno di ficattola.

Chi vuole “staccare la spina” e trascorrere tutto il fine settimana nella pace della Valle del Santerno ha a sua disposizione un pacchetto completo che inizia già sabato nel tardo pomeriggio: visita guidata al Museo della guerra e della Linea Gotica nella cornice rinascimentale di Palazzo Alidosi, seguita dalla discesa nei piani bassi del palazzo per un aperitivo alla Cantinaccia. Infine cena con quattro portate e pernottamento nel centro storico di Castel del Rio.

L'ultimo appuntamento per quest'anno di Camminar per sagre sarà il 25-26 novembre a Brisighella, in occasione della Sagra dell'ulivo e dell'olio. Per informazioni e per partecipare: [email protected] | tel. 0542 25413.