Imola. Il tetto della scuola “Cassiano da Imola” continua a far acqua, dopo una nevicara di cinque ore, e ancora non si sa quando potranno riprendere le lezioni.

“Nel merito della vicenda – interviene il Movimento 5 stelle – c'è da chiedersi come sono stati realmente utilizzati gli 87mila euro nel 2008 per i lavori di rifacimento copertura corpo aule “Paolini Cassiano” e 250mila euro messi a bilancio dalla Città Metropolitana di Bologna nel 2017 .Chi è che rilasciò la regolare esecuzione di tutti questi lavori? In passato la Provincia destinava annualmente circa 8 milioni  di euro per investimenti comprensivi della realizzazione di nuove scuole ma ora, con la situazione che si è venuta a creare dopo l'applicazione della riforma 'Del Rio', i tecnici metropolitani sono costretti a compiere veri e propri miracoli per mettere dei rattoppi laddove possibile, assumendosi anche responsabilità ben aldilà del proprio ruolo”.

“Per questo chiediamo con forza che la politica, che nella Città metropolitana vede il massimo rappresentante nella figura del sindaco Daniele Manca – sottolineano i grillini -, alzi la voce e sbatta i pugni sul tavolo del governo regionale e centrale per manifestare l'impossibilità di assolvere servizi importanti e delicati come quello dell'edilizia scolastica con risorse assenti o estremamente limitate.
E' da quando siamo entrati in consiglio comunale che denunciamo la poca attenzione degli amministratori del nostro Comune e della Città metropolitana di Bologna nei confronti dell'edilizia scolastica. Va ricordato che il milione e secentomila euro che il Comune poteva utilizzare per l'edilizia scolastica dal 2014 ad oggi, purtroppo, è stato indirizzato verso nuovi centri sociali che andavano a sostituire strutture che comunque erano già esistenti nelle frazioni”.