Imola. Il Comune, e in particolare l'assessore all'Ambiente Davide Tronconi possibile candidato a sindaco per il centrosinistra a trazione Pd, tenta una via di conciliazione con i cittadini residenti vicini all'autodromo all'indomani della notizia dell'esito della sentenza del Consiglio di Stato che dà ragione alla classificazione acustica approvata dal Comune, in particolare riguardo all'area dell'autodromo “Enzo e Dino Ferrari”. Come? Promettendo di realizzare a breve la prima barriera acustica al rumore assordante nel quale vivono tante giornate ogni anno.

Prima di Natale Tronconi, in rappresentanza di tutto il Tavolo tecnico, aveva confermato che, indipendentemente dall'esito della sentenza del Consiglio di Stato, era volontà del Comune aprire una nuova stagione a favore della tutela di tutte le funzioni dell'autodromo, in un quadro di compatibilità con i residenti. “Pertanto, in quella sede avevamo proposto ai cittadini e ai comitati, insieme all'impegno concreto di Con.Ami e Formula Imola, la realizzazione della prima barriera acustica, prevista in via dei Colli, a protezione delle abitazioni. Stiamo predisponendo, attraverso la concertazione con il Con.Ami, il progetto esecutivo della barriera e in questi giorni cominceranno le prove geologiche per la loro installazione. Abbiamo preso anche l'impegno di verificare assieme ai comitati e ai residenti il progetto esecutivo – fanno sapere gli assessori Guglielmi e Tronconi -. Questo è un segno tangibile che non sarà col conflitto che come Comune permetteremo all'autodromo di crescere e nel contempo consentiremo ai cittadini lì residenti di risolvere i loro problemi. La strada giusta è quella del dialogo e non quella del conflitto”. Per quanto riguarda i tempi, l'impegno è di affidare il prima possibile i lavori di installazione, in modo che prima dell'estate la barriera in via dei Colli sia terminata.