Due funzionari Hera sono agli arresti domiciliari con l'accusa di concussione. Uno dei due è stato assessore a Massa Lombarda nel mandato 2009-2014 del sindaco Linda Errani (nipote del più noto governatore dell'Emilia-Romagna Vasco, ndr). Si tratta di Roberto Gambetti, allora in quota Pd, che ha ricoperto la delega ai Lavori pubblici, alla viabilità e alle politiche per lo sviluppo sostenibile.
L'altro arrestato è Andrea Galliani.

I due, da quanto si apprende, avrebbero preteso soldi da imprenditori edili in cambio di agevolazioni per il celere pagamento dei lavori effettuati. L'indagine prende spunto dalla denuncia di un imprenditore che nel 2014 si è rivolto alle Fiamme Gialle.

L'inchiesta dal nome in codice “Barabba” è stata condotta dalla guardia di finanza di Faenza. Le indagini si sono concluse con l'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare.
La procura contesta vari episodi ai due arrestati. Si va dal ricevere utilità quali tv al plasma e elettrodomestici fino a 6.000 euro di tartufo. Impianti di aria condizionata e antifurto. Lavori di ristrutturazione nelle proprie case ma anche in quelle di amici e parenti. Fino alle sponsorizzazioni a favore di iniziative di partito da parte di uno degli arrestati.

Secondo l'imprenditore che ha denunciato Gambetti, questi avrebbe usato il denaro anche per acquistare un suv della Mercedes. La connessione è avvalorata dal riscontro temporale del movimento di denaro dal conto dell'imprenditore a quello di Gambetti. Un prelievo di 17.000 euro dal conto dell'imprenditore fa il paio con un versamento della stessa cifra il medesimo giorno sul conto di Gambetti. In totale per gli inquirenti il valore dei vari beni si attesta a circa 250mila euro.

Tra le contestazioni ci sono anche episodi che riguardano la partecipazione politica di Gambetti alla presunta attività illecita: non accolti dal Gip nella richiesta di misure cautelari ritenendo non sufficienti gli indizi.
Si tratta in un caso della promessa di sponsorizzazione da un'impresa di Imola e in un altro di una sponsorizzazione da mille euro da un'impresa di Cesena per eventi organizzati tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016 dal Partito democratico a Massa Lombarda.
Il titolare dell'azienda cesenate, che ha firmato il contratto richiesto per la sovvenzione, ha confermato agli inquirenti l'interessamento diretto di Gambetti.

Hera, che si dichiara estranea alla vicenda, nel frattempo ha sospeso i due funzionari.

(Verner Moreno)