Imola. Anche quest'anno sono tante le iniziative in occasione del 27 gennaio “Giorno della Memoria”, per ricordare la Shoah, proposte dall'Amministrazione comunale e da una ricca rete di scuole e associazioni. “Una rete che propone attraverso incontri, mostre, attività didattiche, proiezioni e rappresentazioni teatrali importanti momenti di riflessione e chiavi di lettura su quel periodo storico. L'impegno comune è di tenere viva la memoria sulla storia dell'Olocausto affinché quegli orrori non tornino – sottolinea Elisabetta Marchetti, assessore alla Cultura -. Il 2018 è anche l'anno in cui ricorre l'ottantesimo anno dalla promulgazione delle leggi razziali fasciste di Mussolini, che esclusero gli ebrei italiani dalla vita pubblica e che portò alla deportazione nei campi di sterminio. La risposta della maggior parte degli italiani alle leggi razziali fu l'indifferenza. Noi oggi, al contrario, dobbiamo impegnarci per evitare il ritorno a situazioni simili e capire cosa portò a questa vergogna e tragedia italiana”.

VENERDI' 19 GENNAIO
Biblioteca comunale – Punti di Luce. Essere una donna nella Shoah
La mostra “Spots of light” dello Yad Vashem di Gerusalemme, grazie all'Assemblea legislativa
della Regione Emilia-Romagna, è ora disponibile in lingua italiana per svelare un aspetto meno
noto della Shoah, quello delle donne che la attraversarono. L'esposizione, accolta nella scuola secondaria “A. Costa” e poi prestata al Cidra, prosegue nella biblioteca comunale di Imola. Capitoli tematici spaziano dall'amore alla maternità, dal cibo all'arte, danno voce alle donne ebree, alle loro azioni e risposte alle sfide, al male e alle sofferenze della persecuzione nazista. La mostra sarà visitabile da venerdì 19 gennaio a sabato 27 gennaio negli orari di apertura della Biblioteca comunale.
La biblioteca comunale di Imola ha preparato un percorso di lettura e visione con libri e film dedicati, visualizzabile sul sito internet della biblioteca all'indirizzo http://bim.comune.imola.bo.it/documenti/14242/81/8311
Sempre venerdì 19 gennaio, alle 17.30 nella sala San Francesco, Biblioteca comunale
Punti di Luce
Interventi di Rita Chiappini, European Department The international school for holocaust Studies – Vashem su Quale Memoria? Storie individuali nella marea della… Storia. “Un Tributo a tutte loro. A chi entrò nei lager e non ne uscì e a chi ne uscì irrimediabilmente colpita nello spirito e nel fisico” e di Maria Di Ciaula, docente di Lettere e Storia presso la scuola secondaria “A. Costa” Imola su Tra Storia e Memoria. “Didattica laboratoriale della Shoah”. “In un'ottica di Cittadinanza Attiva”.
Informazioni: Bim – Biblioteca comunale di Imola, Via Emilia 80, 0542 602657 – bim@comune.imola.bo.it

SABATO 20 GENNAIO
Alle 17.30 nella sala Conferenze del Cidra – Viaggio nella banalità del male – I campi nazisti di Mauthausen e Bolzano dalle voci dei deportati imolesi
L'Aned sezione di Imola e il Cidra organizzano la proiezione del documentario “Viaggio nella banalità del male – I campi nazisti di Mauthausen e Bolzano dalle voci dei deportati imolesi”, per la regia Marco Carroli, prodotto dall'Aned sezione di Imola. Ad aprire l'incontro ci saranno i saluti di Elisabetta Marchetti, assessore alla Cultura e di Roberta Dall'Osso, presidente Aned Imola.