Imola. Dopo che il Movimento 5 stelle non ha candidato nessuna persona del circondario nel proporzionale sia alla Camera sia al Senato e in attesa dei pentastellati nell'uninominale, sono ancora incerte le situazioni negli altri due grandi schieramenti. Nel centrodestra, alcune indiscrezioni danno come probabile il bolognese sindacalista del Sap (polizia di Stato) Gianni Tonelli della Lega Nord candidato nell'uninominale nel collegio che comprende Imola e circondario oltre ad altri Comuni del Bolgnese e Franco Benedetti nel proporzionale per Direzione Italia, ma in una posizione tale da non poter avere ambizioni di elezioni.

Per il centrosinistra, decisiva sarà una direzione del Pd che si terrà entro questa settimana. Tuttavia molti danno il sindaco Daniele Manca candidato nel proporzionale al Senato a disputarsi consensi contro l'ex presidente della Regione Vasco Errani che potrebbe essere nella stessa posizione per Liberi e Uguali. Ma chi andrebbe  nell'uninominale per il Pd alla Camera dove Imola è la città principale? La candidatura del ministro del Lavoro Giuliano Poletti pare avere poche chanche, mentre resta silente da tempo l'on. Daniele Montroni il quale pare non aver alcuna voglia di correre per il posto di sindaco a piazza Matteotti. Montroni, che è della mozione del ministro della Giustizia Orlando, potrebbe rientrare in gioco se nella ripartizione dei collegi sicuri per la minoranza, ne verrà riservato uno a Imola. Oppure arriverà una persona del Pd di Bologna dove ci sono troppi aspiranti candidati per pochi collegi.

(m.m.)