Imola. Un mandato di arresto europeo dell'Autorità giudiziaria rumena nei confronti di una donna residente in città. Lo hanno eseguito i carabinieri che hanno arrestato una quarantaquattrenne imolese che dovrà scontare una pena di quattro anni, quattro mesi e cinque giorni di reclusione per sequestro di persona e truffa, reati forse realizzati nel paese di origine. La donna, nata in Romania, è stata trasferita in carcere, a disposizione della Corte d'Appello di Bologna.