Imola. Come annunciato, è Adriana Cogode, Viceprefetto Vicario di Bologna, il commissario prefettizio designato per il Comune di Imola, a seguito delle dimissioni del sindaco Daniele Manca, che sono diventate definitive allo scoccare della mezzanotte del 24 gennaio. Il commissario si è insediato in municipio, e gestirà l'ordinaria amministrazione del Comune, fino all'elezione del nuovo sindaco.

Entrata nella carriera prefettizia l'1 gennaio 1986, la Cogode vanta una approfondita esperienza nell'ambito dei rapporti con gli enti locali, nella gestione delle emergenze naturali e antropiche e nel settore dell'ordine e della sicurezza pubblica, maturata con diversi incarichi in varie zone d'Italia ed in diversi uffici della Prefettura.

Nata nel 1958 a Genova, la Cogode, nell'ambito delle funzioni attribuite ai Prefetti nel campo degli Enti locali, ha gestito quale Commissario straordinario i comuni di Castelnovo di Sotto (Re) nel 2013 e di Correggio (Re) nel 2014. Particolarmente impegnata nel campo dell'antimafia e della prevenzione delle infiltrazioni mafiose nel settore degli appalti e nella gestione degli enti locali. A tale ultimo proposito è stata nominata componente nel 2007 della Commissione Straordinaria per la gestione del Comune di Castellammare del Golfo (TP), destinatario di provvedimento di scioglimento per infiltrazioni di tipo mafioso ai sensi dell'art. 143 del Decreto Legislativo 267/2000. Nel 2015 nominata componente della Commissione di indagine per l'accertamento di eventuali fenomeni di infiltrazione mafiosa nell'apparato politico ed amministrativo del Comune di Brescello (Re), il cui consiglio comunale, a seguito di detti accertamenti, con Decreto del Presidente della Repubblica, è stato sciolto.