Imola. Sceglie la continuità nei collaboratori Daniele Manca nella campagna elettorale che sta iniziando come capolista del Pd nel proporzionale al Senato nel grande collegio che comprende Bologna, tutto il territorio imolese e la Romagna al completo. Michela Tarozzi si occupa dell'ufficio stampa e da oggi non lavora più in Comune come sua portavoce, Loris Lorenzi che organizzò la festa nazionale dell'Unità lo scorso settembre sul Lungofiume è il mandatario elettorale.

Intanto, Manca comincia a mandare i suoi primi messaggi: “Tutti è la parola magica della cooperazione, del darsi la mano, del contributo umano. Anche stavolta, ancora per molto tempo, noi siamo gli interlocutori e gli attori di una grande iniziativa politica: votare e convincere a votare Pd. Come stava il nostro Paese prima che ci prendessimo la responsabilità? Il fatto che la cronaca sottovaluti i risultati non significa che i risultati non ci siano. I posti di lavoro, la ripresa economica, la qualità e la sostanza della convivenza civile non costituiscono il nostro punto d'arrivo ma sono con evidenza la direzione che guida il nostro andare, il nostro modo di essere. Basta una croce sul Pd e il sogno di una Italia che ce la fa, che guida l'Europa, che si affianca ai più deboli e lavora con competenza e capacità con le grandi democrazie del mondo si avvera. In marcia insieme, come abbiamo realizzato le cose migliori della nostra vicenda lo sappiamo bene: non ci resta che dirlo, non ci resta che continuare a farlo”.