Bologna. Dopo le dimissioni da sindaco di Daniele Manca, il primo cittadino di Bologna, Virginio Merola, ridefinisce le deleghe in capo alla Giunta di Palazzo Malvezzi.
A Manca, che era anche vicesindaco metropolitano, subentra Fausto Tinti, attuale sindaco di Castel San Pietro. Assegnate a Tinti anche le deleghe al Personale (prima in capo a Manca) e Programmazione Risorse Umane (nuova delega).
A Raffaele Persiano, new entry, vanno invece le deleghe a Polizia provinciale della Città metropolitana e la nuova delega al Coordinamento metropolitano politiche della sicurezza.
La delega sulla Pianificazione, prima sempre in capo a Manca, viene ora a sommarsi a quelle di Marco Monesi, presidente del consiglio comunale di Castel Maggiore.

(v.m.)