Imola. Un incontro sul tema del cyberbullismo. 350 alunni e docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado del circondario incontreranno Domenico Geracitano, autore del libro “Pensa per postare”, e Simona Pilato, mercoledì 7 febbraio, ore 9.45, al teatro dell'Osservanza, in occasione della giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo denominata “Il Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”.

Con questo importante appuntamento, che si svolge in collaborazione con il Comune di Imola, si conclude il progetto “Non stiamo zitti!” finanziato dal Miur nell'ambito del Piano nazionale per la prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo realizzato da 38 istituti scolastici del circondario imolese e della provincia di Parma in rete, con capofila l'IC7 di Imola e il partenariato del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Informatica Giuridica dell'Università di Bologna e di Telefono Azzurro.
Domenico Geracitano, scrittore e collaboratore tecnico capo della Polizia, da anni è impegnato nella lotta al cyberbullismo e si rivolge ai ragazzi delle scuole di tutta Italia attraverso libri e conferenze.
“Pensa per postare” narra la storia di un bambino, Evaristo, la cui identità virtuale precede quella reale: i suoi genitori, infatti, cominciano a postare le sue foto sui social già quando il bimbo è in pancia. Evaristo cresce considerando lo schermo come una parte del proprio corpo attraverso la quale guardare sia se stesso che gli altri. Ormai maggiorenne, tenta di iscriversi all'Università ma nessun Ateneo vuole accettarlo perché la sua Web reputation è negativa a causa di foto e video compromettenti postate negli anni.

Il dialogo con l'autore verterà sui pericoli e sulle insidie che nasconde il “mondo virtuale” affinché internet, social network e programmi di messaggistica istantanea per smartphone possano essere usati dai più giovani con cognizione di causa. L'intento non è dunque quello di demonizzare Internet o i social, bensì di spiegare che occorre conoscere questi mezzi, che rappresentano importanti opportunità, altrimenti possono essere rischiosi.

La promozione di un uso sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, la conoscenza critica dei “rischi” ma anche delle potenzialità offerte dalla tecnologia, sono i temi che vedono le scuole imolesi di ogni ordine e grado impegnate nel progetto “Insieme nella rete” (www.insiemenellarete.it) che si pone come scopo la creazione di una cittadinanza digitale diffusa, in linea con il Sillabo (curricolo di educazione civica digitale) pubblicato dal Miur proprio in questi giorni.