Purtroppo Manuela è malata. Lo abbiamo imparato telefonicamente, io, Maurizio, Giovanni e altri. Da oltre una decina di giorni stiamo provando a contattare l'Urp di Agrea (Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura)… ma niente. Manuela è malata. A questo punto le richieste di una parte di agricoltori si sposta: non chiediamo i nostri soldi, chiediamo l'aiuto di un bravo medico che faccia guarire in fretta Manuela.

In attesa della guarigione, purtroppo, ciò che capita nell'agenzia regionale che eroga diversi miliardi di soldi pubblici, più di dieci, venti, non saprei, ha del ridicolo: non riusciamo a sapere quando ci pagheranno i contributi pubblici, dovuti e già stanziati, mentre a Roma, Agea, ente erogatore capo, la cassaforte di De Paperoni Stato, allegramente spende il 900% in più della media delle agenzie europee, e per questo dieci dirigenti sono sotto indagine.

Inoltre Cantone ha bloccato l'acquisto del Super sistema operativo da 550 milioni di euro, una esagerazione. Potrebbe essere che qualcuno ha scambiato i soldi dell'agricoltura italiana come riserva per aumentare il proprio tenore di vita? In attesa che la magistratura faccia il proprio lungo corso, Nel caso gli euri nostri siano ancora nel forziere, perché non ci pagate? Ecco, ci siamo ricascati, abbiamo fatto la richiesta dei soldi.

Purtroppo Manuela è malata e noi non sappiamo quando verremo pagati ma confessiamo pubblicamente di essere in bolletta.

Che strano, chi produce cibo muore di fame, provare per credere. Però facciamo un appello all'assessore regionale, al Supermegadirettoregalattico Capo di Agrea, a chiunque sia in grado di fornire informazioni: i soldi ci sono ancora o la Banda Bassotti ha vuotato il forziere? Chi è in grado di dire quando riprenderanno i giusti e leciti pagamenti?

P.s. avete notato che nessun libro dei sogni elettorali parla di agricoltura?

(Domenico Errani e altri sventurati suoi pari)