Imola. Prove tecniche di lista civica? La serata organizzata da “Focus 2018 – la tua nuova città” nel salotto buono del circolo Sersanti nella serata di venerdì 23 febbraio sul tema dell'inquinamento della discarica Tre Monti ha visto una discreta partecipazione considerando anche il maltempo. L'associazione “Focus 2018” si è presentata in grande stile dopo aver già aperto una sede in  via Emilia, i promotori sono gli avvocati Giuseppe Farina e Michele Taroni, al Sersanti erano presenti pure personaggi noti come Marco Stevanin, Cinzia Morsiani, l'ex consigliere comunale di Forza Italia e architetto Alessandro Fiumi, Eddy Dolcetti del Comitato Autodromo e altri. Alcuni hanno concluso poi la serata con una chiacchierata in osteria a “I Tri Scalen” davanti a un calco di un illustre socialista imolese, Andrea Costa. Ma tali persone, almeno buona parte fra i più interessati di questi, in vista delle elezioni amministrative del prossimo maggio, non guardano certo verso il centrosinistra a guida Pd, responsabile fra l'altro della querelle discarica.

Cosa faranno allora? Intanto, dopo aver presenziato ad alcuni incontri pubblici del Movimento 5 stelle senza ottenere soddisfazioni, aspettano le elezioni politiche del 4 marzo per vedere quali sono i rapporti di forza. Ma, sempre se costituiranno una lista civica, pare abbiano due sole alternative: o presentarsi da soli rischiando di restare fuori dal consiglio comunale o apparentarsi con il centrodestra locale dove hanno sicuramente rapporti migliori con Forza Italia (Galeazzo Bignami in particolare, candidato alle politiche a Bologna) che potrebbe essere favorevole ad avere una personalità di Focus 2018 come candidato sindaco, rispetto a quelli con la Lega Nord che punta invece ormai su Giuseppe Palazzolo (ex prodiano) alla guida del centrodestra imolese. A breve si vedrà, le prove tecniche stanno finendo e arriverà il tempo delle decisioni.

(m.m.)