Affluenza in calo in quasi tutti i Comuni del Circondario alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 rispetto a quelle del 24-25 febbraio del 2013 nonostante un'alta partecipazione dei cittadini con lunghe code fino a notte ai seggi (dovute pure al sistema elettorale) e percentuali di votanti molto più alte nei confronti dell'Italia e pure dell'Emilia Romagna. Bisogna ricordare che nel 2013 si votò in due giornate e stavolta in una sola.

Ecco i dati relativi alla Camera: a Imola ha votato il 79,68% (83,65% cinque anni fa alle precedenti politiche, circa 4 punti percentuali in meno), Castel San Pietro 80,97% (84,94% nel 2013), Medicina 84,87% che fa eccezione visto che nel 2013 raggiunse l'84,65%, Borgo Tossignano 79,59% (82,73% nel 2013), Casalfiumanese 80,67% (84,12 nel 2013), Fontanelice 83,1% (80,58% nel 2013 quindi in crescita rispetto a cinque anni fa), Castel del Rio 76,78% (79,65% nel 2013), Mordano 83,72% (87,02% nel 2013), Castel Guelfo 80,04% (84,55% nel 2013) e Dozza 82,5%, stesso risultato del 2013.

(m.m.)