Oltre 12.570 pasti recuperati corrispondenti a più di 54.500 euro; sono questi i risultati raggiunti nel 2017 da CiboAmico, l'iniziativa del Gruppo Hera che coinvolge una rete solidale a km zero sul territorio. Avviato nel 2009 con il supporto di Last Minute Market, società spin off dell'Università di Bologna che promuove la lotta allo spreco e la sostenibilità ambientale, il progetto consente il recupero dei pasti preparati ma non consumati in cinque mense aziendali, tra cui quella di Imola. Gli alimenti sono successivamente ridistribuiti attraverso enti no-profit locali a favore di persone in situazione di difficoltà.

Nel caso di Imola, sono stati donati oltre 1.300 pasti nel 2017, con un risparmio che supera i 5.500 euro
Con il progetto CiboAmico, dunque a Imola lo scorso anno sono stati recuperati 1.360 pasti provenienti dalla mensa aziendale. A gestire le eccedenze alimentari recuperate è la onlus locale Comunità Papa Giovanni XXIII la quale, dopo averle ritirate, le distribuisce quotidianamente all'ente beneficiario: la Casa Famiglia di pronta accoglienza “S. Clemente” a Imola. Nel 2017 il valore economico dei pasti donati da Hera ha superato i 5.500 euro, un risparmio che ha consentito alla onlus coinvolta di investire le risorse così liberate in altri progetti.