Imola. E' una donna la candidata a sindaco del Movimento 5 stelle e, per la prima volta da 72 anni, c'è una possibilità concreta che sia “rosa” la poltrona di maggior peso a piazza Matteotti. Manuela Sangiorgi, 46 anni con due figli, lavora al Patronato Uil allo sportello e ogni giorno incontra “tante persone con bisogni importanti perché i disagi sono aumentati negli ultimi 15 anni con amministrazioni comunali a guida Pd che non hanno pensato all'ascolto e alla partecipazione dei cittadini in quanto sono state del tutto autoreferenziali. Sull'ingresso nella Città metropolitana non hanno voluto fare un referendum richiesto da tanti cittadini, poi hanno iniziato a depotenziare la nostra sanità, hanno fatto parecchi errori di superficialità, ad esempio probabilmente quest'anno non avremo un bando per gestire la discoteca delle Acque minerali, punto di divertimento estivo importante per giovani e meno giovani”.

“Diciamo no agli slogan, vi spiegheremo tutto in campagna elettorale – sottolinea la Sangiorgi -. Io ci ho messo coraggio e chiedo a tutti voi (parla davanti a circa un centinaio di persone radunate sotto il Centro cittadino, ndr) di fare lo stesso. Ce ne sarà tanto bisogno in campagna elettorale. La prima cosa che vorrei fare se sarò sindaco? Aumentare l'organico della polizia municipale e fare anche turni notturni, le coperture in bilancio ci sono. Chi mi piacerebbe sfidare al ballottaggio? Stefano Manara, l'attuale presidente del Con.Ami”.

Il candidato vicesindaco, che si era reso disponibile con la Sangiorgi davanti all'assemblea degli attivi, è Patrik Cavina: “In questi cinque anni, noi consiglieri pentastellati abbiamo lavorato sempre insieme senza screzi. Cercheremo di mettere in giunta persone qualificate e competenti che conoscano bene i settori nei qualisaranno chiamati a lavorare. L'ex pretore Ezio Roi per la legalità e Sergio Culiersi, ex dirigente del commissariato, per la sicurezza”. E aggiungiamo, l'ex candidato a sindaco Claudio Frati per la sua competenza sui temi economici. La Sangiorgi più passionale, Cavina più posato che proviene dall'oratorio, costituiscono una coppia che può funzionare in stretto contatto con gli attivi. E, ha promesso, Max Bugani consigliere comunale a Bologna, a Imola arriverà a sostenere la Sangiorgi nella sua corsa a sindaco Luigi Di Maio, in quale ruolo lo si vedrà prossimamente.

In precedenza, musica “grillesca”, un po' di guasconeria da parte del “bravo presentatore” Gabriele Betti che ha finto di aprire due buste, una di Hera, con i nomi di candidati a sindaco d Davide Tronconi e Stefano Manara e un'aria nuova con un certo entusiasmo per partire bene. Ora si attendono le contromosse.

(Massimo Mongardi)