Imola. Oltre ai candidati a sindaco dei maggiori schieramenti, Movimento 5 stelle, centrodestra e civiche, centrosinistra alleato al Pd in ordine di apparizione, sicuramente alle elezioni amministrative del 10 giugno ce ne sarà un quarto. Quello della Sinistra unita imolese (Sui) che finora è composta da Sinistra italiana, Possibile e Pci. Manca ancora la posizione di Mdp-Articolo 1 che non ha ancora deciso se stare in questo schieramento oppure allearsi al Pd. In tal senso, le recenti parole di Paola Lanzon, che era candidata al maggioritario per Liberi e Uguali alle politiche del 4 marzo, non sono state chiare.

Il segretario del Pci, e probabile candidato a sindaco, Filippo Samachini (nella foto) è cauto: “Paola Lanzon ha tutto il diritto di esprimere le sue opinioni, quel che è certo è che noi, Sinistra italiana e Possibile presenteremo una lista con un nostro candidato a sindaco alternativo a quello del Pd. Al momento Mdp pare più propensa a fare un'altra scelta, vedremo. Noi a giorni presenteremo il nostro candidato a sindaco e il nostro programma di massima. Restiamo tuttavia aperti, se lo vorranno, a un'alleanza con i compagni di Rifondazione comunista e di Mdp-Articolo 1”.

Intanto pure Rc terrà a breve una prima riunione e successivamente un'altra come Potere al Popolo prima di decidere il da farsi verso il 10 giugno.

(m.m.)