C'è anche l'istruttore 42enne imolese Matteo Manuelli, che si è salvato anche se è stato in ipotermia, fra sei indagati dalla procura di Aosta per la morte di due scialpinisti, l'imolese Carlo Dall'Osso e il faentino Roberto Bucci, travolti da una valanga sabato 7 aprile a Pila in Val d'Aosta.

Gli altri sono il responsabile del corso e quattro istruttori dei 12 allievi della scuola Cai 'Pietramora' (delle sezioni di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Ravenna e Rimini) che aveva organizzato l'escursione didattica.
E' stata consegnata dal Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves la relazione in procura, che ha aperto un'inchiesta per disastro e omicidio plurimo colposi (Fonte Ansa).