Imola. Da quello che sembrava il centrodestra unito più civici, già si è passati al solo centrodestra più poco altro. Le liste che erano state ispirate da Franco Benedetti, “Civica per l'autodromo Imola” e “Agricoltura e Cultura” sono già uscite dalla coalizione insieme con alcuni esponenti della prima ora di “Focus 2018”, gli avvocati Michele Taroni e Giuseppe Farina. Cosa faranno le persone vicine a Benedetti? O un altro candidato sindaco che strapperebbe qualche voto a Palazzolo o si indirizzeranno verso altre coalizioni. Magari non saranno molti voti, ma in una campagna elettorale con il ballottaggio certo che si giocherà anche su alcune centinaia di voti, diventano importanti.

C'è poi da aggiungere che, fra pochi giorni, dovrebbe essere nominata coordinatrice di Forza Italia per la regione Emilia-Romagna Nunzia De Girolamo, che non è riuscita a farsi eleggere in Parlamento a differenza di Galeazzo Bignami. La De Girolamo, che viene da Benevento, benedirà l'alleanza imolese fra la Lega e Forza Italia voluta da Bignami attraverso il suo uomo sul territorio Nicolas Vacchi o porrà qualche problema, qualche paletto? Insomma, c'è ancora un po' di confusione sotto il sole nel centrodestra imolese tanto che il candidato a sindaco Giuseppe Palazzolo ha convocato improvvisamente una conferenza stampa per il 13 aprile.

(m.m.)