Faenza. Organizzata dal Centro sportivo italiano, dall'Ufficio provinciale scolastico di Ravenna, dal Coni di Ravenna, dall'assessorato allo Sport del Comune di Faenza e dall'assessorato allo Sport della Provincia di Ravenna, in collaborazione con le scuole primarie di Faenza e Brisighella, la manifestazione “Giocasport” compie quest'anno 33 anni.

Supportata inoltre dalla Bcc e dal centro commerciale “La Filanda di Faenza”, l'iniziativa sportiva fu ideata dal recentemente scomparso prof.Daniele Gatti nel 1985, per l'ottavo anno consecutivo verrà gestita dai tecnici Csi Gianluca Palma e Federica Torrisi che, in accordo con le scuole aderenti e grazie all'aiuto dei tecnici delle società, durante I mesi invernali hanno approfondito tematiche relative all'Educazione motoria.

Le giornate di Giocasport, che quest'anno ha come titolo “Sport a 360°… ricarica al 100%”, saranno due, e si terranno al Pala Cattani il 17 aprile e il 20 aprile. In questa occasione verranno coinvolte 50 classi tra quarte e quinte, per un totale di 1100-1150 alunni. La giornata del 17 sarà dedicata alle clasi quarte (che svolgeranno attività legate agli schemi motori di base, come correre, saltare e fare capriole in percorsi prestabiliti), mentre quella del 20 alle quinte, che, invece, si cimenteranno in giochi di squadra, di agilità, tornei di dodgeball e di palla rilanciata.

Come nelle edizioni precedenti inoltre, sia i bambini delle classi quinte che quelli delle quarte, saranno invitati a riflettere sul tema proposto dal titolo sopracitato della manifestazione elaborando disegni che verranno esposti presso il  “La Filanda” a partire dal 21 aprile fino al 6 maggio; sempre sabato 21 aprile 2018 alle ore 17 presso la Filanda verranno consegnate le medaglie per tutti I bambini che hanno partecipato alla manifestazione.

“Giocasport rappresenta un'ottima occasione di movimento e socializzazione: al giorno d'oggi infatti bambini e ragazzini tendono a stare chiusi in casa in compagnia di tablet, cellulari e playstation; il gioco nel tradizionale in cortile è ormai stato accantonato, e questo rappresenta un problem per le nuove generazioni”, commenta infine l'assessore allo Sport Claudia Zivieri.

(Annalaura Matatia)