Imola. Chi si rivede. In occasione delle prossime elezioni amministrative, riappare un partito della Prima Repubblica che, oltre 20 anni fa, aveva anche un consigliere comunale a piazza Matteotti.

Si tratta del Pri, ma non di Imola invece di Bologna, che comunica attraverso Nicola Mazzotti di schierarsi a fianco della candidatura di Giuseppe Palazzolo a sindaco del centrodestra e di una lista civica.

“Abbiamo indicato alcuni nostri candidati provenienti dalla società civile nella lista 'Focus Palazzolo sindaco per Imola'. I repubblicani hanno a cuore l'interesse dei cittadini e delle comunità locali alle quali essi appartengono a prescindere da condizionamenti ideologici, per questa ragione condividiamo le risposte, che il candidato a sindaco Palazzolo ha intenzione di dare ad alcuni temi caldi della cittadina romagnola”.

“No all'ampliamento della discarica e salvaguardia della salute dei cittadini; più sicurezza, le forze dell'ordine presenti sul territorio sono sotto organico; politiche a salvaguardia dell'occupazione del lavoro e dei lavoratori, messi a dura prova dalla crisi, che ha colpito il sistema cooperativo; valorizzazione delle eccellenze dell'ospedale di Imola e di tutto il personale e salvaguardia dell'autonomia; favorevoli alla proposta di un campus universitario all'Osservanza; rilancio dell'autodromo, pertanto dovrà diventare un complesso polifunzionale e nel contempo garantire la salute dei cittadini; riqualificazione e valorizzazione del parco delle Acque Minerali e far rivivere il centro storico e valorizzazione delle attività commerciali con interventi mirati e possibili riduzioni di carattere fiscale” sono i temi condivisi dal Pri. Ora sarà interessante vedere chi rappresenterà, con nome e cognome possibilmente imolese, il Pri alle elezioni amministrative del 10 giugno.