Castel San Pietro (Bo). Nella mattinata di sole di martedì 24 aprile, i bambini e i ragazzi delle scuole  hanno animato piazza XX Settembre con disegni, giochi e canti dedicati al tema “Artistica-mente: la cultura come strumento di dialogo fra i popoli”, scelto per l'annuale Lezione di Pace, giunta alla 32esima  edizione.

La vicesindaca Francesca Farolfi ha rivolto a bambini, insegnanti e famiglie “un caloroso augurio di pace da parte mia, del sindaco Fausto Tinti e di tutta l'Amministrazione comunale” e, in riferimento al tema dell'incontro, nel suo saluto ha voluto sottolineare che “avere cara e custodire la diversità culturale è il primo passo fondamentale per il rispetto reciproco tra i popoli e le loro culture. Il patrimonio culturale è uno strumento di dialogo, una possibilità di fare la pace. Voi bambini con la vostra genuinità e spontaneità ci dimostrate che la mancanza di pace non dipende solo da grandi e complicati meccanismi, ma anche dalle piccole cose, che riguardano ciascuno di noi. Ci ricordate che la pace è una condizione di vita che va costruita giorno per giorno”. In conclusione ha ringraziato la dirigente scolastica, le insegnanti e tutti i presenti per aver condiviso una giornata così importante con la nostra città.

Gli alunni hanno poi consegnato alla vicesindaca Farolfi i manifesti della pace realizzati da ogni classe, come sempre molto colorati e creativi, che dal 28 aprile saranno messi in mostra al primo piano del Municipio e si potranno ammirare fino al 12 maggio negli orari di apertura degli uffici. La festa è stata allietata dai canti eseguiti in coro da tutte le classi, dirette dal professor Giuseppe Lentini. All'iniziativa hanno partecipato le primarie Albertazzi, Sassatelli, Don Luciano Sarti, Don Milani, le materne Ercolani e Rodari e una delegazione della media Pizzigotti.