Imola. Dopo tre mesi di indagini, sono stati individuati gli autori di furti aggravati, probabilmente in concorso, commessi lo scorso 18 gennaio ai danni di tre bar del centro cittadino: il “Bar Roma” e il “Barcode” situati in via Emilia e il “Bar Opera Dulcis” in piazza Matteotti. I malviventi, dopo aver danneggiato le vetrate di ingresso dei locali, avevano fatto irruzione, puntando alle casse, ma si erano  dovuti “accontentare” di poche centinaia di euro.

Si tratta di un uomo di nazionalità tunisina trentaduenne e uno di nazionalità marocchina trentasettenne. L'identificazione dei due criminali è stata possibile grazie a un'attività investigativa dei carabinieri che hanno analizzato scrupolosamente le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza installati in città. I due magrebini, indagati per concorso in furto e tentato furto in esercizio pubblico, sono disoccupati, senza fissa dimora e già ben conosciuti dalle forze dell'ordine. Dalla ricostruzione dei carabinieri, inoltre, è emerso che durante i periodi dei furti, i due ladri hanno viaggiato in treno per spostarsi dalla costa romagnola a Imola.